L’inviata della Cnn va in video con il velo: rapido cambio di look per paura dei talebani (video)

lunedì 16 Agosto 19:06 - di Angelica Orlandi
Inviata cnn

Prendono il potere i talebani in Afghanistan e la giornalista inviata della  della Cnn cambia look immediatamente. Le due fasi sono state notate e sono emblematiche del cambio di passo. Sarà dura per le donne afghane, ma anche chi è sul luogo come reporter da altri paesi si adegua, per sicurezza, per non dare nell’occhio. Il clima di terrore sotterraneo è evidente in due immagini, a distanza di 24 ore l’una dall’altra, che come si dice in alcuni casi, “valgono più di mille parole”. Le riproponiamo riprendendole dai video caricati su youtube dei servizi della giornalista della CNN Clarissa Ward. Che in questi giorni ha documentato in diretta dall’Afghanistan il precipitare della situazione. Un’umiliazione, una resa.

Afghanistan, l’inviata della Cnn “si adegua” al nuovo corso talebano

Prima dell’arrivo dei talebani  a Kabul Clarissa Ward endava in video con i capelli raccolti e una sciarpa rossa arrotolata su una giacca dai colori pastello. Oggi, dopo che i talebani hanno conquistato Kabul, Ward era in strada con il volto coperto dall’hijab, mentre continuava a raccontare per l’emittente americano la situazione nella capitale. Nel frattempo, si moltiplicano gli appelli per aprire corridoi umanitari così da portare in salvo molte donne che rischiano di vedere limitate le loro libertà, anche se il portavoce dei talebani ha assicurato che “potranno uscire di casa e studiare”.

Capelli scoperti e abiti colorati, poi il velo: social sconcertati

Le due foto che immortalano iconicamente il “prima” e il “dopo” resa di Kabul stanno facendo il giro del web. Sono un segnale orribile della situazione. Utenti sconscertati. “Al prossimo collegamento la renderanno invisibile”, scrive un utente a commento. E ci sono tanti indignati che a fronte di una situazione drammatica per le donne in terra afghana si chiedono copme mai non giunga una risposta, un commento, una presa di posizione forte del coro mainstream, pronto a inginocchiarsi per i diritti di tutti: “Come mai nelle piazze e campi da calcio la gente non si inginocchia davanti a queste violenze? Non importa più a nessuno che fine faranno tutte quelle giovani ragazze e bambine. In 20 anni hanno destabilizzato una popolazione per poi mandarli al patibolo. L’intero mondo politico dovrebbe vergognarsi”. Già.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *