Vaccini, tensione tra Draghi e Salvini: «Chi invita a non farli, invita a morire». «Sono sorpreso»

venerdì 23 Luglio 9:12 - di Michele Pezza
Salvini

«Chi invita a non vaccinarsi, invita a morire». Una posizione, quella di Mario Draghi, che più dura non si potrebbe. E che agita ancora di più le già increspate acque della maggioranza, costringendo la Lega a definirsi «sorpresa» dalle parole del premier. E in effetti, quella di ieri, non è stata una gran giornata per Salvini, che dal Consiglio dei ministri riesce ad ottenere ben poco: ristori per i gestori delle discoteche (che non riapriranno), tampone a prezzo sociale nelle farmacie e innalzamento al 50 per cento della quota di pubblico per eventi all’aperto.

L’ironia della Meloni

Un bilancio non esaltante, come non manca di sottolineare un commento di Giorgia Meloni. «Io non credo che la Lega possa fare grandi cose al governo con Pd e M5S – ha puntualizzato la leader di FdI -. Apprezzo il suo tentativo di battersi, ma mi sembra che alla fine siano gli altri ad avere la meglio». E ancora: «Salvini è soddisfatto? Io no».  Sottolineature della “sconfitta” del Carroccio sono venute anche dal Pd. In realtà, il leader leghista non si era limitato solo a esternare la propria «sorpresa» per la sortita di Draghi. Parole aspre e puntute all’indirizzo del premier le aveva pronunciate anche lui. Queste: «Comunità scientifiche e governi, come quelli di Germania e Gran Bretagna, che invitano alla prudenza, invitano forse a morire? Per fortuna no».

Salvini: «Noi prudenti»

Il riferimento alla «prudenza» serviva a Salvini per accorciare la distanza con il premier, quasi un tentativo di recuperarne la scia. Ma la realtà è che il governo ha scelto la linea dura: dal 6 agosto green pass obbligatorio da 12 anni in su per accedere a ristoranti al chiuso, eventi e sport, seguito da multe fino a mille euro per le violazioni. Stupisce, soprattutto, l’abbassamento dell’età. Era quello lo spartiacque immaginato da Salvini per tenere distinta la linea della «prudenza» dagli abissi no-vax. La mossa di Draghi lo costringe ora ad aggiornare una posizione decisamente superata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *