Schizofrenia a Palazzo Chigi: alla conferenza stampa sul green pass, col green pass non si entra

giovedì 22 Luglio 16:26 - di Agnese Russo
green pass

Alla conferenza stampa di Mario Draghi sul green pass non si può accedere col green pass. I cronisti, infatti, potranno accedere solo se in grado di esibire un tampone negativo effettuato non più di 24 ore prima. Una vera bizzarria, se si considera che con ogni probabilità il premier annuncerà l’adozione del certificato vaccinale come lasciapassare per tutta una serie di circostanze sociali.

Per l’incontro sul green pass, il green pass non vale

A segnalare lo strano caso è stata l’Adnkronos, rilevando un certo malumore tra i cronisti. Il documento, infatti, è ormai in possesso di chiunque abbia fatto anche una sola dose di vaccino: viene spedito telematicamente appena un paio di giorni dopo la somministrazione. I tamponi, invece, richiedono necessariamente un minimo di programmazione. Dunque, vista la circostanza, sembrava logico aspettarsi di poter usare il certificato vaccinale. Invece…

Il pressing delle Regioni sul governo

Palazzo Chigi ha convocato conferenza stampa di Draghi per fare il resoconto sul Consiglio dei ministri delle 17, a sua volta fissato dopo la cabina di regia delle 15. Al centro dei due vertici, oltre alla proroga dello stato d’emergenza e ai parametri per i colori delle Regioni, proprio le decisioni sull’uso del certificato vaccinale nei confini nazionali, che il governo vorrebbe usare anche come strumento di pressione per incentivare le vaccinazioni. Sul piatto c’è poi la proposta dei governatori, che, sostanzialmente, chiedono di utilizzare il green pass per gli eventi che prevedono grandi folli – come incontri sportivi, spettacoli, discoteche, fiere e congressi – e di evitarlo invece per situazioni più contenute come ristoranti, cinema, teatri, palestre, piscine.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *