“Saman morta per un incidente come Camilla”. La frase sconcertante dell’ambasciatore pakistano (video)

venerdì 11 Giugno 15:31 - di Luisa Perri
ambasciatore pakistano

La diciottenne Saman, uccisa dai familiari islamici perché contraria alle nozze imposte, è morta come la diciottenne Camilla, deceduta dopo il vaccino. L’orripilante paragone è stato pronunciato ieri, in diretta televisiva dall’ambasciatore pakistano Jouhar Saleem.

La protesta di Francesco Lollobrigida

L’agghiacciante metafora arriva nel bel pieno di Porta a Porta su Raiuno. Si parla della scomparsa di Saman Abbas, quando il diplomatico azzarda il parallelo, indignando per primo il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati Francesco Lollobrigida. Ma lo stesso Bruno Vespa non lascia cadere la frase e la stigmatizza in modo aspro.

Ecco che cosa ha detto il diplomatico pakistano ai microfoni di Porta a Porta. “C’è una ragazza, ne stavate parlando prima, che sarebbe stata uccisa da un’iniezione di AstraZeneca. Possiamo mai dire che il vaccino è un assassino? Dobbiamo stare attenti agli stereotipi”.

“Camilla è morta per il vaccino e Saman…”

La raggelante frase dell’ambasciatore del Pakistan a Roma è arrivata dopo che Lollobrigida aveva denunciato la gravità del caso della povera Saman, la 18enne di Novellara del quale si sta cercando il cadavere, dopo la vera e propria esecuzione messa in atto dalla sua famiglia. “In Italia vige la Costituzione italiana – ha detto il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia – e vigono le leggi italiane, non la legge Coranica. I 131mila pakistani presenti sul territorio devono seguire le leggi del nostro Stato che prevedono il rispetto delle donne e l’impossibilità di considerarle subordinate all’uomo. Chiediamo rassicurazioni su questo e vorremo sapere, qualora la magistratura italiana dovesse chiedere l’estradizione del padre di Saman, se il Pakistan è pronto a collaborare e a concederla”.

A quel punto l’ambasciatore Jouhar è scivolato sul parallelo osceno. Tanto che, persino il solitamente accomodante Bruno Vespa, ha dovuto rimproverare il diplomatico. “Ambasciatore, la prego – ha detto il giornalista – questa l’è proprio scappata. Non confonda quello che è successo in tanti Paesi con il vaccino AstraZeneca con l’assassinio di una ragazza”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )