Movida violenta a Milano, immigrati lanciano bottiglie contro i carabinieri. De Corato: inaccettabile

domenica 27 Giugno 18:23 - di Redazione

Movida violenta. Ormai è diventata la triste “normalità” dei weekend metropolitani. Su quanto accaduto a Milano interviene l’assessore regionale alla Sicurezza della Lombardia Riccardo De Corato (FdI): “Sabato notte, come ormai accade tutti i fine settimana, si registra un vero e proprio bollettino di guerra nelle zone della movida. C’è stata una rissa in piazza XXIV Maggio con un gruppo di giovani immigrati che hanno lanciato bottiglie contro i carabinieri arrivati per disperderli. Un italiano di 19 anni è stato anche arrestato per resistenza a pubblico ufficiale per aver lanciato delle bottiglie di vetro. Circa nelle stesse ore, un autista Atm veniva minacciato da un 34enne italiano che dava in escandescenze e danneggiava il mezzo”.

Milano, immigrati lanciano bottiglie contro i carabinieri

In piazza XXIV maggio i carabinieri sono intervenuti all’esterno del Mc Donald’s (che era chiuso) dove un gruppo di giovani, in prevalenza stranieri, si sono rivolti ai militari con atteggiamenti provocatori. Erano assembrati nei pressi del locale bevendo alcolici e ascoltando musica ad alto volume. Alcuni hanno lanciato bottiglie di vetro versi i militari e si sono dispersi dopo una breve azione di contenimento. Nel corso dell’intervento, sono state identificate e sanzionate per via delle misure anti Covid 12 persone, in parte di origine centrafricana di età tra i 20 e i 25 anni

De Corato a Sala: è questa la tua idea di sicurezza?

“E’ questo – osserva De Corato – il controllo di cui si vanta il sindaco Sala? E’ questa la sicurezza di cui parla per Milano? Quando il centrodestra guidava Milano avevamo vietato tassativamente il consumo di bevande in vetro fuori dai locali e i controlli erano rigorosissimi proprio per evitare le scene di guerriglia a cui stiamo assistendo oggi. Per quanto riguarda invece la sicurezza sui mezzi pubblici, col centrodestra il Nttp (Nucleo tutela trasporto pubblico) contava su 50 agenti in servizio giorno e notte, ora con Sala ce ne sono 14! Non è accettabile!”.

Roma, più controlli dopo il video di Michetti sul bagno nella fontana di Piazza Navona

A Roma non si sono registrati episodi di violenza e i controlli sono stati più serrati dopo che il candidato sindaco del centrodestra Enrico Michetti aveva denunciato il malcostume di fare il bagno nelle fontane monumentali della Capitale. Una mancanza di rispetto intollerabile che si unisce alle risse e ai vandalismi che caratterizzano le notti della movida.

La sindaca Virginia Raggi ha comunicato l’esito dei controlli: “Anche in questo fine settimana – si legge nel comunicato del Campidoglio – la Polizia Locale di Roma Capitale ha effettuato controlli in tutta la città, con attenzione particolare ai luoghi della movida, per tutelare la sicurezza e la salute pubblica. Nelle zone di Campo de’ Fiori, Eur e San Lorenzo gli agenti hanno elevato 20 multe ad attività e clienti per vendita, somministrazione e consumo irregolare di alcolici. Inoltre sono stati sanzionati e diffidati 6 minimarket per vendita di bevande alcoliche oltre l’orario consentito”.

“A Piazzale Flaminio – continua Raggi – le pattuglie hanno fermato e denunciato per minacce aggravate un cittadino di nazionalità francese di 46 anni. Un’altra denuncia é scattata nei confronti di un parcheggiatore abusivo di 44 anni di nazionalità algerina a piazza della Repubblica”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *