Gay Pride a Roma al grido di “Aboliamo il Concordato”. L’ultima mission dell’orgoglio arcobaleno

sabato 26 Giugno 9:49 - di Redazione

“Scendiamo in piazza con i nostri corpi. Con tutte le sfumature del nostro arcobaleno”. Con lo slogan “Per uno Stato laico aboliamo il Concordato” oggi pomeriggio a Roma andrà in scena la parata dell’orgoglio Lgbtqia+. Il Gay Pride era assente dalla Capitale da due anni. Ma il dibattito incandescente sul ddl Zan ha riacceso gli animi.

Gay Pride a Roma contro il Concordato

Appuntamento in piazza Vittorio Emanuele, per far sentire la voce del popolo gay  contro l’oscurantismo. Della Chiesa e delle destre, ça va sans dire. Nel mirino della sfilata omosessuale il Concordato. Tornato di attualità dopo la nota del Vaticano sul ddl Zan. Milano non è da meno. Dopo le varie “Pride Square” dei giorni scorsi, oggi gli eventi clou alla presenza di Alessandro Zan. E per finire una “biciclettata arcobaleno”.

Sfilata dell’orgoglio gay  per il ddl Zan

“Siamo convinti che viviamo in uno Stato laico e che la politica deve portare avanti la parità dei diritti in questa prospettiva. Non la Chiesa. E’ questo quello che diremo domani”. Così alla vigilia della manifestazione romana Claudio Mazzella, presidente del Circolo Mario Mieli e portavoce del Roma Pride.

Una parata, senza palco né carri, “pacifica e in sicurezza”, assicura. . La Questura ha autorizzato la manifestazione in forma statica, “dopo una grande collaborazione durata settimane”, spiega Mazzella.

La Cirinnà in piazza contro l’oscurantismo

“Il Pride è assente da due anni. Il tema vero della parata è ritrovarci. Per dimostrare che la comunità Lgbt esiste”, continua il promotore della sfilata arcobaleno. Che elenca le battaglie di civiltà contro gli ‘oscurantisti’. “Rivendicando tutti i diritti che porta avanti. Dal riconoscimento del matrimonio egualitario al riconoscimento dei figli delle famiglie arcobaleno. Fino al sostegno per l’approvazione della legge contro l’omotransfobia”. Non mancherà alla sfilata gay Monica Cirinnà,  madrina della legge sulle unioni civili.

Smeriglio:” Che bello tornare a un Pride”

In piazza anche il compagno Massimiliano Smeriglio, eurodeputato di S&D. “Che bello tornare finalmente ad un Pride in presenza! Ci sarò perché è arrivato il momento per questo Paese di adottare una legge contro l’omotransfobia. Buon Roma Pride a tutte e tutti, ci vediamo in piazza!”.

Insomma una missione civile, dicono gli organizzatori. Per non lasciare spazio al nemico. “Perché gli spazi lasciati vuoti dalla pandemia non fossero riempiti dall’ignoranza. Dal pregiudizio e dalle tante fake news che in questo periodo stanno gettando sale sulle ferite di una comunità troppo spesso messa sotto attacco”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )