«Denise è viva e ha una figlia»: l’ex pm Angioni è certa di averla ritrovata. E scrive alla Procura

lunedì 14 Giugno 16:04 - di Lorenza Mariani
Denise pm Angioni

Denise Pipitone sarebbe viva. “Sistemata” in una famiglia che avrebbe legami con i rapitori. E addirittura avrebbe un marito e una figlia. Questo quanto detto dall’ex pm Maria Angioni nel corso della trasmissione Storie Italiane. E quelle parole, attese da 17 anni, riecheggiano nello studio di Raiuno e deflagrano nell’etere come una bomba. Dopo anni di indagini. Processi. Ricerche e depistaggi. Accuse e smentite. testimoni anonimi e piste che non hanno portato da nessuna parte, la pm che indagò nel primo anno della scomparsa. Che non si è mai data per vinta. E che ha continuato a investigare in privato. Fino alla certezza personale acquisita sulla base di indagini svolte in privato.

Denise, per l’ex pm Angioni è viva e ha una figlia: lo scoop a “Storie Italiane”

Riscontri – tra materiale fotografico e testimonianze – a seguito dei quali, in collegamento oggi con Eleonora Daniele, la Angioni ha dichiarato in diretta tv: «La mia idea – ha spiegato la pm – è che Denise sia viva, “sistemata” in qualche famiglia che ha legami con i rapitori, o con alcuni componenti che hanno avuto legami con i rapitori. Non è detto che sia in una famiglia rom. Va cercata in ambienti che siano da noi difficilmente ispezionabili. La pista rom è collegabile al video di quella signora di Milano, ma non sappiamo neanche se sia una rom. Diciamo che era un gruppo che forse chiedeva l’elemosina».

Denise, le rivelazioni forti dell’ex pm Angioni: i suoi dubbi hanno indotto a riaprire le indagini

Il magistrato, che è colei alla quale si deve la recente riapertura delle indagini da parte della Procura di Marsala. La donna che cha continuato a investigare per proprio conto sulla scomparsa di quella bambina mai ritrovata. L’ospite tv che, spaziando dalla Rai a Mediaset, ha riproposto dubbi e rilanciato ipotesi sul sequestro e sulla sparizione, contribuendo di fatto a riaccendere i riflettori su un cold case che si dava ormai per perso, ora esce allo scoperto. Nonostante lo scetticismo nei suoi confronti palesati in diverse occasioni da diversi conduttori televisivi Rai e Mediaset. E una certa diffidenza diffusa.

«Ho documenti che ho trasmesso solo alla Procura e all’avvocato Frazzitta»

Dubbi, ai quali la Angioni risponde asserendo: «Io sono sicura che sia viva. Nei giorni scorsi ho mandato in procura una serie di foto e documenti che mi danno la personale certezza che sia viva. Che ha una famiglia, e anche una figlia. Ovviamente – spiega ancora l’ex pm – sono documenti che ho trasmesso solo alla procura della Repubblica e all’avvocato Frazzitta, perché sono molto delicati. Poi sarà la procura a valutare se la mia valutazione è vera oppure no. Prima era una probabilità. Ma ormai ho la personale certezza che sia così». Parole che, pronunciate da chi sul caso ha indagato sin dalle prime battute, e che coordinò all’inizio l’inchiesta, assumono una valenza doppia…

I dubbi di Piera Maggio e dell’avvocato Frazzitta

Eppure, ripresi dal sito dell’Ansa, l’avvocato Frazzitta e per sua intermediazione, la stessa Piera Maggio, mamma di Denise, invitano «tutti – giornalisti, magistrati o avvocati – alla massima cautela nel momento in cui si diffondono notizie che possono essere infondate o contenenti elementi non riscontrati o non riscontrabili e che possono costituire un ostacolo al lavoro della Procura di Marsala». Non solo. Sempre secondo quanto riferisce l’Ansa, «il legale, che dice anche di parlare a nome di Piera Maggio, ha escluso di avere ricevuto segnalazioni in proposito. «Non vediamo tuttavia la necessità – ha aggiunto peraltro – di fornire informazioni particolarmente dettagliate, frutto o meno delle indicazioni di un mitomane. O che dovessero anche risultare fondate, perché ancora al vaglio della magistratura». Non sappiamo se sia un e3ccesso di discrezione date le indagini in coro, o un eccesso di cautela date le delusioni fin qui subite da Piera Maggio ad ogni annuncio di risoluzione del caso. Quel che sappiamo, però, è che la magistratura finora, tra indagini e processi, sentenze e indiscrezioni, intercettazioni e testimonianze, non è comunque arrivata a nessun punto concreto. E sono passati 17 anni…

Sotto, video dell’intervento della ex pm Maria Angioni a Storie Italiane da Youtube

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )