Bollettino Covid, nuovi casi sotto la soglia 10mila. Figliuolo: porteremo i vaccini nelle scuole

domenica 2 Maggio 19:07 - di Redazione
Covid vaccini

Sono 9.148 (ieri 12.965) i nuovi casi di Covid riscontrati oggi in Italia dopo aver analizzato 156.872 tamponi (meno della metà di quelli eseguiti ieri) con l’indice di positività che balza al 5,8% (ieri era al 3,4%). Nelle ultime 24 ore si registrano altri 144 morti (ieri 226), che portano il totale dei decessi a 121.177 da inizio pandemia. Questi i dati odierni del bollettino covid, reso noto dal ministero della Salute, consultabili sul sito della Protezione civile.

In calo i ricoveri ordinari

Aumentano anche se di poco i ricoveri in terapia intensiva per covid: sono 2.524, due in più rispetto a ieri, con 109 nuovi ingressi giornalieri. In calo i ricoveri nei reparti ordinari, con 18.345 ricoverati, -36 in 24 ore. Sono 3.492.679 i guariti in totale (+8.637), 430.906 gli attualmente positivi (+364).

Figliuolo: pensiamo ai vaccini nelle scuole modello anni ’70

Il commissario all’emergenza coronavirus generale Francesco Figliuolo ha inaugurato oggi a Roma il nuovo centro vaccinale di Porta di Roma. La tensostruttura di circa 1.000 mq è composta da 26 postazioni per anamnesi e 24 box per inoculazione. Si partirà con 1.000 vaccini Pfizer al giorno e saranno 27 i medici dedicati alla vaccinazione e 70 i dipendenti per le varie gestioni. Figliuolo ha detto di stare pensando alle “vaccinazioni nelle scuole come si faceva una volta negli anni 70”. ma nel frattempo che occorre concentrarsi sugli over 65 per completare del tutto le vaccinazioni in quella fascia di età.

Sileri: facciamo le vacanze in Italia

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ospite a Domenica In su Raiuno. ha affermato che all’inizio dell’estate si arriverà “con la quasi totalità delle persone che si vogliono vaccinare, esclusi gli under 16, con la prima dose fatta. Quindi avremo la popolazione protetta, potremmo osservare quello che sta osservando l’Inghilterra e una maggiore libertà. Viaggi all’estero? Facciamo le vacanze in Italia, è più semplice controllarci e poi facciamo girare l’economia”.

Aiuti dall’Italia all’India

Un team italiano composto dal personale del gruppo Maxiemergenza 118 della Regione Piemonte, da un medico della Regione Lombardia e da una rappresentante del Ministero della Salute è partito intanto oggi da Torino con aiuti e materiali per fornire supporto all’emergenza coronavirus in India. La missione, coordinata dal Dipartimento della Protezione civile nell’ambito del Meccanismo europeo di Protezione civile, consentirà di dotare le autorità sanitarie indiane di un macchinario per la produzione di ossigeno in grado di rifornire un intero ospedale, messo a disposizione dalla Regione Piemonte, e di 20 respiratori polmonari, donati dalla Struttura del Commissario straordinario per l’Emergenza coronavirus. La destinazione finale sarà l’Itbp Hospital di Greater Noida.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *