Crisanti, Amazon meglio del generale Figliuolo per distribuire i vaccini. Poi si pente e ritratta tutto

giovedì 4 Marzo 15:41 - di Redazione

Andrea Crisanti torna sui suoi passi dopo la gaffe sul generale Figliuolo. Non è la prima volta che il virologo Crisanti commette un passo falso, forse per l’eccessiva loquacità. La prima volta fu quando disse che non si sarebbe vaccinato perché sui vaccini in fabbricazione mancavano ancora troppi dati.

Crisanti: sui vaccini meglio consultare Amazon

Adesso ha dato suggerimenti azzardati al generale Figliuolo sulla distribuzione dei vaccini. Ecco la sua dichiarazione di ieri che ha suscitato non poche critiche: “Due mesi fa avevo detto che il Governo” per la distribuzione dei vaccini anti-Covid “doveva consultare quelli di Amazon. Non lo avevo detto a caso, Amazon è un gigante nella logistica. Con tutto il rispetto, il nostro generale del Genio, in confronto agli ingegneri di Amazon, è un apprendista. Vi assicuro che per distribuire i vaccini probabilmente ci volevano esperti in ingegneria e informatica che stanno in Amazon non nell’Esercito. Se avessero preso lo chief executive officer di Amazon sarei stato più tranquillo”.

Crisanti dopo 24 ore si rimangia tutto

Parole che sono suonate come una critica a Figliuolo, che ancora non ha avuto modo di compiere azioni che possano far valutare il suo operato. Crisanti oggi torna sulla vicenda e come al solito rettifica il suo pensiero. Un po’ come chi lancia il sasso e poi nasconde la mano. “Da subito ho detto- afferma –  che il cambio di Arcuri con Figliuolo è sicuramente un segno di discontinuità importante. Io ho l’onore di conoscerlo: è una persona che stimo moltissimo e con la quale c’è una reciproca stima. Quello che volevo dire è che va bene il cambio passo, ma non si può fare a meno di ignorare rivoluzioni tecnologiche che hanno cambiato la vita di tutti. E con questo mi riferivo all’esperienza logistica, di automazione e informatica portata da Amazon, e nei confronti della quale siamo tutti giocoforza apprendisti. Quindi non era un riferimento ad personam che volevo fare”.

“Non ignoriamo le competenze di Amazon”

“Auspicavo che queste competenze incredibili non fossero trascurate – precisa all’Adnkronos Salute – Amazon è una struttura che dimostra di poter consegnare 13,7 milioni di pacchi al giorno, ha capacità di movimentazione e distribuzione capillare e informatica che non hanno uguali in nessuna parte del mondo. Non ignoriamo queste competenze”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *