Urla “Allah Akbar” e accoltella la poliziotta alla gola: in Francia torna l’incubo attentati

venerdì 23 Aprile 16:36 - di Redazione
francia poliziotta accoltellata

Colpita più volte alla gola da un tunisino, di 36 anni che le si è scagliato contro urlando «Allah Akbar». È morta così a Rambouillet, a una sessantina di chilometri a sudovest di Parigi, una funzionaria di polizia di 49 anni. L’aggressore, entrato irregolarmente in Francia nel 2009 e regolarizzato nel 2019, è rimasto ferito a morte dai colleghi della poliziotta accoltellata, che hanno sparato per fermarlo.

Le autorità parlano di «tragico attentato»

L’omicidio, come riportato dalla stampa francese, è avvenuto oggi intorno alle 14.30 nei pressi del commissariato, mentre la poliziotta stava rientrando dopo essere uscita per cambiare il disco orario dell’auto. Sul posto si sono recati il primo ministro francese Jean Castex e il ministro degli Interni Gerald Darmanin, nonché la presidente della regione dell’Ile-de-France Valerie Pecresse che ha parlato di un «tragico attentato». Sul caso indaga la procura antiterrorismo, dopo che inizialmente le indagini erano andate in carico alla procura di Yvelines.

Castex: «Gesto barbaro, abbiamo perso un’eroina»

«La Repubblica ha perso una delle sue eroine quotidiane a causa di un gesto barbaro e di infinita codardia. Ai suoi cari desidero esprimere il sostegno della Nazione intera. Alle nostre forze di sicurezza voglio dire che condivido i loro sentimenti e la loro indignazione», ha detto Castex, aggiungendo che «la nostra determinazione a lottare contro il terrorismo in tutte le sue forme è più intatta che mai». Parole simili le ha usate anche il presidente Emmanuel Macron, che ha rivelato il nome della vittima: Stephanie.

Marine Le Pen: «Orrori di matrice islamista»

«Gli stessi orrori si susseguono, la stessa infinita tristezza quando si pensa ai parenti e ai colleghi di questa poliziotta assassinata», ha scritto Marine Le Pen su Twitter, commentando l’attentato. «Non ne possiamo più», ha aggiunto, parlando di «matrice islamista» e sottolineando «gli stessi motivi islamisti» di altri attacchi.

La solidarietà di Meloni e Salvini

«Un pensiero al popolo francese e alla famiglia della vittima» è stato rivolto da Giorgia Meloni. Lo stesso ha fatto Matteo Salvini, aggiungendo che «ha ragione Marine Le Pen: chi entra illegalmente va solo espulso».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )