In classe senza registro elettronico, hackerata la piattaforma Axios: tornerà in uso da giovedì

mercoledì 7 Aprile 15:38 - di Redazione

Rientro a scuola senza registro elettronico Axios. Vittima di un attacco hacker proprio alla vigilia di Pasqua. Scomparsi i dati, dalla piattaforma che fornisce il servizio alla gran parte degli istituti scolastici. Impossibile accedervi proprio nel giorno del rientro a scuola con le lezioni presenza per circa 5,6 milioni di alunni. Il servizio tornerà operativo entro domani, ha assicurato la società sul suo sito. Dove si legge che si stanno “completando le attività di ripristino dell’infrastruttura. E i test per le verifiche di sicurezza”.

Rientro a scuola senza registro elettronico

I primi disservizi sono stati segnalati già nella mattinata di sabato 3 aprile, cioè appunto dalla vigilia di Pasqua. Impossibile per studenti e genitori accedere al registro elettronico. Strumento indispensabile per vedere l’assegnazione dei compiti a casa. I contenuti didattici come le dispense. Le presenze e le assenze degli studenti. Oltre alle comunicazioni per le famiglie degli studenti.

La piattaforma Axios vittima di un attacco hacker

Inizialmente Axios ha minimizzato. Ha parlato di “un improvviso malfunzionamento tecnico occorso durante la notte” per il quale “si è reso necessario un intervento di manutenzione straordinaria”. Ma con il passare dei giorni è arrivata la “conferma che il disservizio creatosi è inequivocabilmente conseguenza di un attacco ransomware portato alla nostra infrastruttura”. L’azienda ha quindi assicurato che “dagli accertamenti effettuati, non risultano perdite e/o esfiltrazioni di dati”.

Sul sito di Axios Italia  la società si scusa per il disagio e fornisce le istruzioni per gestire il registro di emergenza del protocollo. In attesa che tutte le funzionalità vengano ripristinate.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica