Roma, la statua della Madonna non si tocca: sit in di Militia Christi. E arrivano i centri sociali…

venerdì 12 Marzo 10:17 - di Francesco Severini
statua della Madonna

Roma, III Municipio, continua lo scontro per la statua della Madonna in piazza Sempione. Il progetto di restyling della piazza da 700mila euro ne prevede lo spostamento.

La statua della Madonna non si tocca

Iniziativa cui si oppone con fermezza il parroco della chiesa dei Santi Angeli e Custodi don Mario Aceto. Sabato scorso l’atto di blasfemia delle femministe e del centro sociale Astra, che hanno esposto in piazza una «maxi vulva» ha alimentato il fuoco delle polemiche.

Il rosario riparatore e il sit in di Militia Christi per la statua della Madonna

Così ieri decine di esponenti dell’associazione ultracattolica Militia Christi si sono dati appuntamento in Piazza Sempione per recitare un rosario «a difesa della statua». Anche la preghiera risulta però urticante per i centri sociali che hanno indetto una contromobilitazione antifascista, arrivando anche loro in piazza per un presidio. «Un gruppo di estremisti anti- abortisti punta a inserirsi nel dibattito in corso sulla riqualificazione, ma non ha alcuna cittadinanza nel municipio – attacca il consigliere della lista civica Caudo Matteo Zocchi – la bella discussione che si è aperta sul futuro della zona sicuramente troverà presto una sintesi tra le istanze dei cittadini e quelle della parrocchia».

Il centro sociale Astra: nessuno spazio ai fascisti

Il Centro sociale Astra rivendica di essere portavoce del “cattivo gusto”: “Qualcuno si è sentito offeso dalla nostra Holy Vagina di sabato e ha pensato di dover convocare un Rosario di riparazione a piazza Sempione – si legge sulla pagina CSA Astra – ormai i fascisti le provano tutte per entrare nel nostro quartiere, ma non avranno mai spazio. Nessuno spazio a fascisti e antiabortisti”.

III Municipio, la maggioranza fa marcia indietro sul restyling della piazza

Peccato che il quartiere non la pensi come loro e sia piuttosto scettico sul progetto di restyling della piazza. Al punto che ieri la maggioranza che governa il III Municipio ha votato una mozione che frena sul progetto di riqualificazione e prevede «un dialogo che coinvolga anche le istituzioni religiose, sia territoriali che centrali, per una decisione condivisa sulla collocazione della statua della Madonna basata su elementi tecnici, storici ma anche di rispetto della sensibilità religiosa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica