Rapinato del Rolex a Napoli: insegue e sperona i due banditi, morti sul colpo (video)

sabato 27 Marzo 11:33 - di Giovanni Pasero
rapinato napoli ansa

Risolto in poche ore il giallo di Marano, alle porte di Napoli, dove ieri i carabinieri hanno trovato i cadaveri di due persone. Oggi i carabinieri hanno interrogato un 25enne che ha detto di avere reagito dopo essere stato rapinato. Il giovane, che è incensurato ha detto di avere speronato lo scooter su cui erano a bordo i due rapinatori. Le vittime sono Domenico Romano, 39 anni, e Ciro Chirollo, 29 anni.

Secondo la ricostruzione della vittima, i due rapinatori gli avevano rubato un prezioso orologio sotto la minaccia di una pistola puntata. Dopo la rapina, inoltre, il ragazzo avrebbe inseguito e speronato i due, che sarebbero quindi morti nell’incidente.

La ricostruzione del giovane rapinato a Napoli

Ieri sera, due cadaveri erano stati trovati a terra in via Consolare Campana a Villaricca, in provincia di Napoli. I Carabinieri della compagnia di Marano sono intervenuti allertati dagli agenti della Polizia municipale di Villaricca. Sul posto hanno trovato una Smart, finita contro un muro, e accanto all’auto il corpo senza vita di un uomo. Poco distante, a terra, uno scooter modello T-Max e a circa 20 metri un altro cadavere. A terra sono stati trovati anche una pistola e un Rolex. Indagano i Carabinieri.

Chi è l’autore dello speronamento

Il giovane rapinato a Napoli  si chiama Giuseppe Greco, 25 anni, incensurato. Il ragazzo sarebbe il figlio di un uomo con precedenti per traffico di droga. Greco è andato dai carabinieri, accompagnato dal suo avvocato. Qui ha raccontato la sua versione dei fatti. Il pm ha sottoposto il giovane a un lungo interrogatorio per valutare la credibilità della versione dei fatti. Greco è infatti il conducente della Smart For 4 trovata contro un muro in via Antica consolare campana, a Marano. Poco distante dai cadaveri di due uomini, da uno scooter T-Max, da una pistola e da un prezioso orologio Rolex. Questa la scena della rapina finita nel sangue agli occhi degli inquirenti.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )