Minzolini ironizza su Travaglio: «Travaglik ha santificato Conte e ora danna Draghi»

venerdì 26 Marzo 14:09 - di Milena Desanctis
Minzolini

Augusto Minzolini ironizza su Marco Travaglio. L’editorialista del Giornale avrà letto l’ultimo editoriale di Travaglio e lo ha commentato così in un tweet: «Travaglik, il diabolico, ha passato tre anni a santificare Conte e ora da un mese danna Draghi, che seppure fosse il peggior premier del mondo, non potrebbe essere considerato già ora responsabile di una situazione ereditata da Giuseppi». E poi ancora: «Il giornalismo trasformato in satira, in parodia».

L’ironia di Minzolini, cosa ha scritto Travaglio

Ma cosa ha scritto Travaglio? Ha fatto una raccolta dei recenti titoli di giornale su Mario Draghi, di cui tutti parlano bene. Fin troppo, dal punto di vista di Travaglio. Ecco qualche stralcio: «La rubrica quotidiana “Draghi fa cose” si arricchisce ogni giorno di nuovi prodigi. Essi già trasvolano e accendono i cuori dalle Alpi all’Oceano Indiano. Solo ieri, per dire, abbiamo scoperto quanto segue. Sul Foglio: “Le vaccinazioni arriveranno a quota 500mila al giorno, le scuole riapriranno, in estate ci sarà un passaporto per viaggiare, l’Italia ce la farà”, sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno. Nei ritagli di tempo, c’è “la lezione di Draghi”, seguita dalle “condizioni di Draghi per il certificato verde digitale europeo”».

 L’ironia di Travaglio

«Sul Giornale: già noto per il famoso “cambio di passo”, il premier fa pure un “cambio di registro”, “alza la voce”, “bacchetta le Regioni e il governo Conte” (senza mai nominarlo, ma neppure pensarlo), insomma è “interventista”, non neutralista. “Sul tavolo”, accanto alle foto dei congiunti, cosa tiene? “L’ipotesi commissariamento”. Poi assesta “lo schiaffo di Anagni” e “blocca 29 milioni di dosi Astrazeneca” (poi le sblocca perché andavano in Europa e di lì anche in Italia, ma fa niente). Sul Messaggero mette “Astrazeneca sotto assedio” (sempre ad Anagni), fa un “affondo in Senato” e, sul commercio, ha una “visione”. Medjugorje? Fatima? Lourdes? No, “il nodo commercio”. Già che c’è, “road map per i governatori: 672 iniezioni al giorno negli hub”, non una di meno né di più».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica