Meloni: «I confini restano aperti e sbarcano sempre più immigrati. La Lamorgese non cambia»

lunedì 1 Marzo 12:10 - di Elsa Corsini

L’Italia non può tornare un immenso centro di accoglienza. L’allarme arriva da Giorgia Meloni. Che su Facebook commenta la nuova ondata di sbarchi in Sicilia, nell’indifferenza generale. “Mentre molte attività chiudono per decreto, i confini restano aperti lasciando sbarcare sempre più immigrati clandestini. Lamorgese: stesso Ministro, stessi risultati. Altro che cambiamento“. In una grafica postata con grande sintesi la leader di Fratelli d’Italia fotografa l’attualità di queste ore.

Sbarchi, Meloni: con la ‘nuova Lamorgese’ non è cambiato nulla

“Lampedusa in tilt. Gli 007 a rischio Isis. Immigrati trasferiti in massa. 831 a Lampedusa. 60 positivi”.

Proseguono infatti a spron battuto gli sbarchi a Lampedusa, nell’Agrigentino. Dopo i 42 approdati domenica in quattro ondate, sulla più grande delle Pelagie oggi sono arrivate 83 persone. All’alba una carretta del mare con 10 migranti, poco più tardi altri 73.

Nell’hotspot di Contrada Imbriacola 485 nuovi ospiti

Intanto prosegue a pieno ritmo la macchina dei trasferimenti per svuotare l’hotspot di contrada Imbriacola. Dove vengono sottoposti a tampone rapido anti-Covid. Nella struttura ci sono, al momento, 485 persone a fronte di una capienza per poco meno di 200. Sulla nave quarantena Allegra, arrivata a Lampedusa, ieri sono stati imbarcati in 277 immigrati. Raffica di sbarchi a Lampedusa: arrivati in 371 nel giro di poche ore
„Tutti i migranti sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove vengono sottoposti a tampone rapido anti-Covid. Nella struttura ci sono, al momento, 485 persone a fronte di una capienza per poco meno di 200.“

I continui allarmi della Sea-Watch, Italia colabrodo

I numeri crescono di ora in ora. Con consueti allarmi della navi delle Ong. “Le persone in difficoltà (circa 70, inizialmente ritenute circa 90) a Malta Sar sono state assistite da Sea-Watch3. Mentre Italia e Malta hanno negato il sostegno. Alla fine, i mezzi della guardia costiera italiana sono arrivati sul posto e hanno salvato le persone a Lampedusa”. Lo scrive su Twitter è Alarm Phone. L’imbarcazione in difficoltà, con a bordo anche 14 bambini, era stata segnalata ieri da Sea Watch 3. A circa 36 miglia dalla più grande da Lampedusa. “Li stiamo assistendo ma a bordo abbiamo già 363 persone. Italia e Malta negano supporto”, aveva detto l’Ong, chiedendo l’intervento della Guardia costiera.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *