I Nas stanano l’ultimo furbetto del vaccino: il “saltafila” è un imprenditore spacciato per prof

lunedì 29 Marzo 20:55 - di Lorenza Mariani
imprenditore furbetto del vaccino

I Nas stanano l’ultimo furbetto del vaccino: il “saltafila” stavolta è un imprenditore umbro che registrandosi sulla piattaforma online si è spacciato per operatore scolastico. Dunque, non sono solo giornalisti e magistrati a rivendicare una scorciatoia per vaccinarsi prima di anziani e fragili. I Nas di Perugia, infatti, hanno scoperto un altro “furbetto” del vaccino, deferito insieme alla moglie. Già, perché l’uomo, un imprenditore della zona, si è proposto nella piattaforma online delle prenotazioni nell’elenco degli operatori scolastici che, come noto, nel piano vaccinale sono una categoria che ha la precedenza nel piano vaccinale in corso tra difficoltà e “saltafila” di ogni genere…

I Nas stanano un imprenditore, ultimo furbetto del vaccino

Una situazione che degenera di ora in ora, con il rischio per le categorie fragili da vaccinare che incombe ed eleva all’ennesima potenza rischi dei ritardi nelle immunizzazioni. Così, i Carabinieri del Nas di Perugia, alle prese con un controllo delle procedure, nel contesto degli accertamenti sulla somministrazione abusiva del vaccino anti Covid-19, hanno stanato e deferito alla Procura della Repubblica due persone. In concorso tra loro, per truffa, abuso d’ufficio e accesso abusivo ai sistemi informatici. E ora, dato il precedente, i militari del nucleo umbro, dopo aver acquisito l’elenco delle persone vaccinate, stanno esaminando la situazione per accertare che non ci siano altre irregolarità in relazione alle categorie previste dalle linee guida del piano nazionale.

È un imprenditore che si è prenotato sulla piattaforma online come “operatore scolastico”

Ma è proprio durante l’ispezione di verifica che, in particolare, i Nas hanno appurato e ricostruito la vicenda dell’ultimo furbetto del vaccino. Che risponderebbe all’identità di un imprenditore della provincia di Perugia che, grazie all’intervento della moglie dipendente universitaria, è stato indebitamente inserito nell’elenco degli operatori scolastici. Potendo così accedere abusivamente alla piattaforma on line di prenotazione, ed essere vaccinato prima di altri. Scavalcando gli aventi diritto, rimasti nel frattempo in attesa. Un precedente vergognoso che, come anticipato, ha fatto scattare ulteriori accertamenti. Controlli tuttora in corso al fine di individuare altri casi di abuso. Di arroganti pretese di priorità...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica