Roma, tredicenne cade dalla finestra della scuola. Non è grave. Incerte le dinamiche, una bravata?

venerdì 12 Febbraio 18:55 - di Redazione

Non è grave, come era stato detto in un primo tempo, lo studente di 13 anni caduto dalla finestra al secondo piano di una scuola media nel centro storico di Roma. Soccorso e portato, in codice rosso, all’ospedale Gemelli, il ragazzo ha subito un politrauma in diverse parti del corpo. Smentita per fortuna la notizia delle gravissime condizioni fornita inizialmente.  Il ragazzo ha subito una commozione cerebrale. Ma è cosciente e fuori pericolo.

Roma, tredicenne cade dalla finestra della scuola

Non sono ancora chiare le dinamiche dell’incidente sul quale indagano carabinieri e polizia. Chiamati a fare luce sul quanto accaduto nell’istituto scolastico di via Panisperna dopo l’allarme scattato intorno alle 13. Dopo le urla di alcuni studenti dal balcone.

Al momento ancora non si sa quali siano le dinamiche che hanno provocato la caduta del ragazzo. Né si trovano riscontri certi alle voci, rimbalzate anche nelle chat dei genitori, di una caduta in seguito al tentativo di uscire dall’aula dopo il rimprovero di un professore. “Non aveva né intenzioni suicide né aveva discusso con altri ragazzini”, racconta chi era lì. A stemperare gli animi nella chat dei genitori preoccupati.

Non aveva intenzioni suicide. È scivolato

Fra le tante versioni spicca quella di una mamma che si dice a conoscenza dei fatti. “Temendo probabilmente una punizione casalinga – racconta agli altri genitori in chat – si è calato dalla finestra affacciata al cortile interno. Provando a raggiungere il giardino attraverso un albero non lontano dal vetro. A quel punto ha perso l’equilibrio precipitando sul manto erboso. E procurandosi unicamente contusioni non gravi. Questo è quello che è accaduto – ribadisce una mamma tra le altre in chat – mentre sta montando la leggenda metropolitana che si è buttato perché si voleva suicidare. O che aveva spaventato dei compagni con un coltello ed essendo stato chiamato il bidello temeva sarebbe arrivata la Polizia”.

Secondo i racconti raccolti dalla polizia lo studente, durante la lezione, avrebbe mostrato una chiave inglese nello zaino. L’insegnante lo ha ripreso. Quando stava per mettergli la nota sul registro e mandarlo dalla preside, il ragazzo con una mossa a sorpresa avrebbe aperto la finestra . È salito su un banco e si è lanciato sull’albero di fronte. Pensando di potere scivolare giù, ma avrebbe perso la presa ed è precipitato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica