Covid in Europa: Londra “fuori controllo”, in Germania è record di morti, allarme in Spagna

venerdì 8 Gennaio 19:05 - di Gigliola Bardi
covid londra

Situazione drammatica in tutta Europa per il Covid. Da Londra, dove il sindaco parla di diffusione “fuori controllo”, alla Germania, dove i morti di oggi sono stati quasi 1900, fino alla Spagna, dove il governo ha avvertito che il Paese va incontro a “settimane difficili”. L’unica notizia rincuorante sembra, così, essere quella che arriva dalla Francia, con il via libera al vaccino Moderna.

Stato d’emergenza a Londra: “Covid fuori controllo”

A Londra, per via del Covid, il sindaco Sadiq Khan ha proclamato lo stato d’emergenza, spiegando che la diffusione del coronavirus è “fuori controllo”. La città ha registrato il 35% in più di contagi rispetto al precedente picco della pandemia e il London Ambulance Service sta ricevendo fino a 8mila chiamate di emergenza al giorno, contro le 5.500 in una tipica giornata intensa. La situazione è tale che è stato necessario arruolare i vigili del fuoco per guidare le ambulanze.

“I londinesi continuano a fare enormi sacrifici e oggi li imploro di restare a casa. Restate a casa per proteggere voi stessi, le vostre famiglie, gli amici e gli altri londinesi e per proteggere il nostro Nhs”, ha detto il sindaco, che ha anche scritto al premier Boris Johnson per chiedere la chiusura dei luoghi di culto, l’obbligo della mascherina all’aperto e maggiore sostegno finanziario per chi non può lavorare. Nel Paese i morti nelle ultime 24 ore sono stati 1.325 e i contagi 68.053.

Record di morti in Germania

In Germania, poi, è nuovo, drammatico record di decessi. Secondo i dati dell’Istituto Robert Koch in 24 ore nel Paese sono state confermate 1.188 morti legate al Covid-19, superando il precedente triste record del 30 dicembre, quando le vittime erano state 1.129. Il bilancio totale dei morti arriva così a 38.795 morti. Il totale di casi è salito a 1.866.887 dall’inizio della pandemia, dei quali circa 334.200 sono “attivi”.

La Spagna si prepara a “settimane difficili”

E cresce la preoccupazione anche in Spagna, dove il ministro alla Salute, Salvador Illa, ha detto che si apprestano “settimane difficili”, invitando i cittadini a limitare gli spostamenti. “Avremo di nuovo alcune settimane difficili davanti, con un aumento del numero di casi e di ricoveri”, ha detto Illa in conferenza stampa. “È molto importante ridurre la mobilità, ridurre al massimo i contatti e seguire rigorosamente le misure dettate dalle autorità sanitarie regionali”, ha aggiunto. “Se lo faremo, saremo in grado di stabilizzare l’aumento dei casi”, ha concluso il ministro spagnolo.

La Francia dà il via libera al vaccino Moderna

In questo contesto una buona notizia sulla situazione Covid in Europa arriva dalla Francia: le autorità sanitarie francesi hanno approvato l’utilizzo del vaccino prodotto da Moderna. La somministrazione è stata approvata per i maggiorenni e inizierà dalle fasce della popolazione che sono più a rischio di contrarre una forma grave e dai soggetti più esposti al rischio di infezione.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *