Covid, 14.372 i nuovi casi, 492 i decessi. Quali regioni rischiano di restare “arancioni”

giovedì 28 Gennaio 18:11 - di Redazione
Coronavirus

Sono 14.372 i contagi da coronavirus in Italia su 275.179 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. È quanto emerge dal bollettino di oggi, giovedì 28 gennaio. I morti sono 492 da ieri. I vaccinati sono 1.653.027. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia, seguito da Campania ed Emilia Romagna. Il tasso di positività è pari al 5,2%. Calano i pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 2.288 in totale (-64).

Medici e farmacisti

Salgono a 303 i medici morti in Italia. L’ultima vittima segnalata dalla Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo) è Antonino Iabichino, 65 anni, dermatologo di Modica. Si allunga anche la lista dei farmacisti morti per Covid-19, che conta ora 25 vittime. In totale sono 2.515.507 i casi di Coronavirus registrati in Italia dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

C’è ansia, intanto per il cambio di colore delle Regioni. Da domenica cambiano le regole per il lockdown. Restano gialle Toscana, Campania, Trento, Basilicata e Molise. Potrebbero diventarlo Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Rischiano di restare arancioni Lazio, Piemonte, Val d’Aosta, Liguria, Marche, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Lombardia. La decisione definitiva attesa venerdì, 29 gennaio.  Cresce l’ansia tra commercianti e ristoratori. Il passaggio in zona gialla incide sulla vita delle categorie economiche e dei cittadini. E’ soprattutto quella legata ai locali pubblici la grande differenza rispetto alla zona arancione.

I dati regione per regione

Toscana – Sono 620 i nuovi casi di covid. Si registrano altri 16 morti. Dall’inizio dell’epidemia in Toscana sono 132.749 i casi di positività al coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 620 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa.

Veneto – Sono 572 i nuovi contagi di Coronavirus in Veneto secondo il bollettino di oggi, 28 gennaio. Si registrano altri 52 morti, secondo quanto reso noto dal presidente della regione Luca Zaia. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 32.662 tamponi.

Marche – Nelle ultime ultime 24 ore sono stati testati 4886 tamponi. I positivi sono 429 (108 in provincia di Macerata, 121 in provincia di Ancona, 86 in provincia di Pesaro-Urbino, 59 in provincia di Fermo, 37 in provincia di Ascoli Piceno e 18 fuori regione). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Basilicata – Sono 42 i nuovi casi positivi al Sars Cov2, tutti riguardanti residenti in Basilicata, su un totale di 669 tamponi molecolari registrati ieri nella regione. Nella stessa giornata risultano il decesso di un residente a Matera mentre i lucani guariti sono 55.

Puglia – Il numero dei nuovi positivi al Covid19 oggi in Puglia è in leggera diminuzione. Sono stati, infatti, registrati 9.412 tamponi: 1.159 i casi positivi: 457 in provincia di Bari, 78 in provincia di Brindisi. 55 nella provincia Bat, 234 in provincia di Foggia. 136 in provincia di Lecce, 200 in provincia di Taranto. Oggi sono 34 i decessi.

Valle d’Aosta – Sono 8 i nuovi casi di coronavirus  in Valle d’Aosta dopo aver analizzato 97 tamponi. Nelle ultime 24 ore non si registrano altre vittime.

Abruzzo – Sono 268 i nuovi casi di covid. Da ieri sono stati registrati altri 5 morti, portando il totale delle vittime a 1446.

Sardegna –  237 i nuovi contagi in Sardegna. Da ieri sono stati registrati altri 7 morti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica