Effetto Covid: chi è Sergio Stevanato, l’unico italiano tra i 50 nuovi miliardari di “Forbes”

lunedì 28 Dicembre 18:47 - di Guido Liberati

Forbes ha trovato 50 nuovi miliardari nel settore sanitario nel 2020. A sorpresa c’è anche il veneto Sergio Stevanato, dell’omonimo gruppo industriale, tra i nuovi Paperoni nell’anno della pandemia,

I nuovi arrivati più importanti dell’anno sono gli scienziati che stanno dietro ai due vaccini di maggior successo per il coronavirus. Uno sviluppato da Pfizer e l’azienda biotecnologica tedesca BioNTech. L’altro dalla società con sede nel Massachusetts Moderna. Entrambi hanno visto il loro patrimonio netto salire alle stelle da gennaio: Uğur Şahin e Stéphane Bancel .

Chi sono i 50 nuovi miliardari: la classifica di Forbes

Questi vaccini richiederanno miliardi di fiale di vetro per trasportarli in sicurezza. Ecco che entra in gioco l’italiano Sergio Stevanato. L’unico italiano in questa classifica. Forbes stima il suo patrimonio netto in 1,47 miliardi di euro. È presidente e azionista di maggioranza del gruppo privato Stevanato, che sta producendo fiale di vetro per diverse dozzine di vaccini in tutto il mondo.

Fondato nel 1949, il gruppo Stevanato è il più grande produttore privato al mondo di packaging primario in vetro per l’industria farmaceutica. I vaccini, come la maggior parte dei farmaci iniettabili, devono essere confezionati in vetro sterile. Il vetro è essenzialmente impermeabile ai gas corruttivi come l’ossigeno, mentre anche la plastica di alta qualità lascia entrare aria. Produrre questi flaconi era un grande business anche prima che il Covid-19 facesse la sua comparsa a gennaio. L’anno scorso, l’industria farmaceutica globale ha acquistato circa 12 miliardi di flaconi.

Il gruppo Stevanato ne ha forniti oltre 2 miliardi (l’azienda è anche il più grande produttore mondiale di cartucce per penne per insulina). Un vaccino Covid-19, che deve essere somministrato in due iniezioni separate, richiederà miliardi di flaconi aggiuntive. Stevanato prevede che la pandemia aumenterà la domanda per i suoi flaconi di vetro del 20% nei prossimi due anni.

Il Gruppo Stevanato ha appena firmato un accordo con Windows

Il Gruppo, si legge in una nota stampa, “conta oggi oltre 4.200 dipendenti e 14 impianti produttivi in 9 Paesi, sta giocando un ruolo chiave nella produzione di componenti in plastica per i test diagnostici e flaconi in vetro per i trattamenti. Fornisce flaconi e siringhe ai principali programmi internazionali per il vaccino contro il Covid-19 in sviluppo e macchine per l’ispezione dei farmaci”.

L’ultimo accordo siglato con la Windows. Cloud Computing e Sistemi di Assistenza in Remoto per far fronte alle sfide nell’Industria Farmaceutica. Proprio il gruppo Windows di Bill Gates, il miliardario americano che sui rischi di una pandemia era stato profetico.

L’accordo a giugno con l’ente sostenuto dalla Fondazione Gates

A giugno, Stevanato ha firmato un accordo con la Coalition for Epidemic Preparedness and Innovations, sostenuta dalla Fondazione Gates, per fornire 100 milioni di fiale per nove diversi vaccini Covid-19 – da allora, l’azienda ha firmato accordi aggiuntivi con molti altri produttori di vaccini che non può pubblicamente divulgare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )