Bollettino Covid, positività al 9,6%: 575 morti. Lo studio che allarma: “Segnalate 26 varianti del virus”

mercoledì 30 Dicembre 19:08 - di Laura Ferrari
varianti coronavirus

Dati in sensibile miglioramento nel bollettino odierno, ma la notizia allarmante arriva dal Centro europeo per il controllo delle malattie. Uno studio ha individuato ben 26 varianti del coronavirus. Oltre a quella inglese e sudafricana, ce ne sono altre 12 solo in Europa. Inclusa quella italiana.

Nelle ultime ventiquattro ore in Italia sono stati registrati 16.202 nuovi casi di coronavirus su 169.045 tamponi effettuati. Lo riporta il bollettino Covid del ministero della Salute. Il numero dei casi totali sale così a 2.083.689. I morti per Covid oggi sono stati 575, 84 in meno di ieri. Pertanto, il computo totale dei decessi arriva a quota 73.604.

Bollettino Covid

Il Bollettino Covid del 30 dicembre

Nell’ultimo giorno poco meno di 20mila pazienti sono guariti dall’infezione del coronavirus, 19.960 per la precisione, in aumento di oltre 2.900 rispetto a ieri. Pertanto le guarigioni complessive dal Covid salgono a 1.445.690.

Positività sotto al 10 per cento

Al momento, i positivi  al Covid sono 564.395, 4.333 in meno di ieri. Di questi 538.301, pari al 95,4% del totale sono asintomatici oppure hanno sintomi lievi. Quindi si curano a casa in autoisolamento. 2.528 persone si trovano invece nelle terapie intensive, 21 in meno di ieri. Mentre i ricoverati con sintomi sono 23.566. Anche questo dato è in diminuzione. Calano infatti di 96 rispetto al giorno prima. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 169.045 tamponi, circa 40mila in più di ieri, mentre il tasso di positività registrato oggi, pur in crescita di 0,9 punti percentuali rispetto al giorno prima, si mantiene sotto il 10% fermandosi al 9,6%.

Uno studio europeo: Segnalate 26 varianti del coronavirus

In uno studio, il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) reputa alto il rischio che le nuove varianti del coronavirus, quella inglese e quella sudafrican, continuino a diffondersi in Europa causando più casi di Covid-19.

Sebbene non vi siano informazioni che le infezioni causate da questi ceppi siano più gravi,, l’impatto in termini di ricoveri ospedalieri e morti è valutato “come alto, soprattutto per gli anziani o chi ha più patologie”.

Le varianti del virus SarsCov2 sono segnalate in 26 Paesi, 13 dei quali europei, segnala il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc). La variante inglese è segnalata in Australia, Canada, Hong Kong, India, Israele, Giappone, Giordania, Libano, Sud Corea, Svizzera, Singapore, Stati Uniti e Cile. In Europa è segnalata in Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Islanda, Irlanda, Italia, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna e Svezia. La variante sudafricana è in Regno Unito e Finlandia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica