Iva Zanicchi contagiata a una cresima: “Ci siamo infettati tutti, mio fratello è ancora ricoverato”

giovedì 19 Novembre 16:18 - di Carlo Marini
Iva Zanicchi

“Ha presenti quei raduni familiari dai quali si raccomanda di tenersi lontani? Abbiamo fatto un raduno familiare, per la cresima del nipote di mia sorella. Il virus è entrato in casa e ci ha infettati tutti”.  Iva Zanicchi parla così del Covid e di come è rimasta contagiata. Lo fa in un’intervista alla Stampa dopo essere stata dimessa dall’ospedale in seguito al contagio da coronavirus. La cantante racconta che il virus ha colpito diversi membri della sua famiglia e “ora sono preoccupata per mio fratello, ancora ricoverato, che è cardiopatico”. Con il quotidiano ricorda il suo ricovero all’ospedale di Vimercate.

Iva Zanicchi sulla lotta al Covid: “Donerò il mio plasma”

E a proposito della struttura e dei medici la cantante ha avuto parole bellissime.  “Un bell’ospedale nuovo, con tanta luce e camere ampie. E tutti quei medici e infermieri che lavorano come dei matti, pesantemente bardati dentro un caldo da morire. Non riescono quasi a camminare, non possono andare in bagno perché ci metterebbero un secolo a togliersi le protezioni, quindi non mangiano e non bevono. Dei martiri. Eppure la gente non se ne accorge, c’è come un rifiuto…Dopo l’estate c’è stato un rilassamento, forse è captato anche a me, e infatti me lo sono preso”.

Il ringraziamento di Fontana

”Ho chiamato Iva Zanicchi per ringraziarla delle belle parole espresse verso il personale sanitario dell’Ospedale di Vimercate dopo essere stata dimessa. Un grande saluto e grazie a Iva che ha già manifestato la volontà di donare il suo plasma iperimmune e grazie a tutti i nostri medici e infermieri in prima linea contro il Covid”. Così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana su Facebook.

La Zanicchi infatti, tornata a casa dopo essere stata ricoverata a causa di una polmonite bilaterale da Covid, nel corso del programma ‘Fuori dal Coro’ condotto da Mario Giordano in diretta telefonica aveva manifestato la sua volontà di donare il plasma: “Ho dato la mia disponibilità per il plasma, ora devono valutare se sono idonea”.
L’ex parlamentare di Forza Italia ha detto di stare “abbastanza bene ma sono un sacco vuoto, un calzino rovesciato ma mi riprenderò. Ho passato tutte le fasi di questo virus terribile, prima i dolori articolari, poi la bronchite che è diventata polmonite bilaterale e infine l’ossigeno. Adesso dovrò rimettermi piano, piano -ha concluso la Zanicchi- Ci tengo a fare sapere che gli infermieri hanno avuto una parola buona per tutti, ci sono sempre stati vicino”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica