Gino Strada si lancia su Conte: “Posso essere utile”. Le Sardine festeggiano, ma il premier tace

domenica 15 Novembre 19:56 - di Redazione

“Una settimana fa ho ricevuto la richiesta da parte del Governo di impegnarmi in prima persona per l’emergenza sanitaria in Calabria. Ho chiesto alcuni chiarimenti sul mandato e sulle modalità di lavoro, ponendo una condizione fondamentale: non sono disponibile a fare il candidato di facciata né a rappresentare una parte politica, ma metterei a disposizione la mia esperienza solo se ci fossero la volontà e le premesse per un reale cambiamento”. Lo scrive Gino Strada in una lettera aperta, dopo le indiscrezioni che lo vorrebbero al posto di Giuseppe Zuccatelli, il commissario nominato dal governo ma al centro di pesantissime polemiche. “Ho sentito qualche commentatore dire – ha spiegato – che, dopo tanti giorni, dovrei ‘decidere se accettare o meno l’incarico’. Non sono in questa condizione perché dopo quei primi colloqui non mi è stata fatta alcuna proposta formale”.

Strada e la sponsorizzazione delle Sardine

“Gino Strada può risolvere questa situazione”. Così 6000 Sardine, che rilanciando il post del fondatore di Emergency sulla sua possibile nomina a commissario della Sanità in Calabria, scrivono: “Questo è il post di Gino Strada. Ora, penso che il Governo ci debba delle risposte. E non continuate questo periodo di silenzio, non c’è più tempo, la Calabria ha bisogno di un’azione forte, coraggiosa per uscire da questa situazione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica