Mastrota dà i voti alle “televendite” di Conte: «È monocorde e legge». Per il premier altri sfottò

giovedì 1 Ottobre 10:54 - di Roberto Mariotti
Mastrota

«L’ho visto. Devo dire che lui è molto ecumenico. Il parlare semplice si addice a un politico della risma di Conte. Secondo me non si è comportato male, anche se io avrei cambiato il tono di voce. Aveva poco entusiasmo e in più leggeva». Lo ha detto ai microfoni della trasmissione di Rai Radio1, Un Giorno da Pecora Giorgio Mastrota. Il volto più noto delle televendite commenta il video dell’annuncio della misura del cashback fatto dal premier. Un video che ha fatto il giro del web tra ironie e sfottò. Spiega che, come voto, gli darebbe «una sufficienza, tra il 6 e il 7». Anche se «il più grande venditore del mondo è Silvio Berlusconi».

Giorgio Mastrota e il tono del premier

Poi Mastrota risponde sulla chiarezza del presidente del Consiglio ai due conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. «Il premier Conte usa parole semplici anche se è un po’ Monocorde. Io avrei alzato il tono di voce. E poi avrebbe dovuto aggiungere sul finale una frase del tipo potrebbe essere l’ultima occasione». Alla domanda se il premier abbia bisogno di un po’ di sprint, sottolinea: «Credo sia un po’ il suo difetto. Tutto sommato a me piace, anche se è monocorde. Sì lo trovo monocorde».

«Il messaggio è comunque passato»

«Come televenditore gli darei una sufficienza, tra il 6 e il 7», ripete Mastrota. «Il messaggio è passato. Poi se tutto questo casino che ha suscitato con un po’ di prese per i fondelli è servito a far sapere a tutti quello che stanno facendo… Perché no?».

Ancora ironie sui social, Mastrota: «Meglio il Cav»

I conduttori hanno poi chiesto se fosse più bravo Conte rispetto ai suoi predecessori Renzi o Berlusconi. Giorgio Mastrota dice: «Il più grande venditore del mondo è Silvio Berlusconi». «Ma come è possibile che a un certo punto un premier venga paragonato a lei?», chiedono Lauro e Cucciari. «Fatevi questa domanda, vuol dire che c’è qualcosa che non va», è la risposta divertita di Mastrota. Sui social continuano gli sfottò al premier. Valanghe di commenti ironici: «Prende per il c… gli italiani». «Non ho capito il prezzo dei materassi che vende». «Da Conte non comprerei nemmeno un pacchetto di caramelle».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica