Conte ormai pare Mastrota: parla come un imbonitore. E scatta lo sberleffo dei social (video)

martedì 29 Settembre 14:08 - di Guido Liberati

«I primi centomila sms avranno 1.500 euro a testa, in più ci sono 50 milioni all’anno per una lotteria con estrazioni periodiche». Giusppe Conte che tenta di spiegare cos’è il cashback, per i Social diventa ovviamente il re delle televendite. E scatta subito il paragone con Giorgio Mastrota. 

Nel paragone Conte Mastrota il televenditore è più credibile

«Ormai è peggio di un imbonitore: “Mastrota for president”, “via alle telefonate”, “mancano le pentole», commentano perfidi sul web. Ma il paragone con il popolare attore prestato al telemarketing indigna una parte della Rete. «Comunque – scrive Franco S. su Twitter – mi sembra irrispettoso il paragone tra il premier Conte e Giorgio Mastrota, uno si è arricchito vendendo aria fritta e l’altro grazie alla sua abilità e anni di duro lavoro nelle televendite». Alessia firma un tweet sostanzialmente identico. «Paragonare Giorgio Mastrota a Conte è un’offesa… Per Mastrota!».

Gabrigrifo è ancora più veemente nel suo attacco: «Paragonare un venditore di “fumo” sparaballe che è sempre in TV ad un professionista come Giorgio Mastrota è vergognoso, scusa li Giorgio se ti paragonano ad un pagliaccio come Conte». 

https://www.facebook.com/silviasardone/posts/2964868190280370

I grillini furiosi: “Chi contesta la televendita di Conte è un evasore fiscale”

Inutile dire che i troll e le bimbe di Conte accorrono in massa per difendere il loro paladino. E la replica è scontata. “Chi contesta Conte è un evasore fiscale”. Ecco uno dei commenti irati dei fan del premier. «Tutti quelli che stanno paragonando il presidente Conte a “Giorgio Mastrota” perché promuove l’uso della carta di credito anche per l’acquisto di un caffè,  sono gli stessi evasori fiscali che votano Lega e gli altri di centrodestra». L’equazione è tanto banale quanto ridicola: quelli del centrodestra sono evasori, mentre pd e pentastellati sono eroi dell'”onestà onestà”. E lo dicono proprio quelli che hanno dato il reddito di cittadinanza a mafiosi, spacciatori ed evasori fiscali.  

Ma l’ironia travolge anche le difese più sfrenate. E il tweet più ritwittato di queste ore la dice tutta. «E dopo Poltronesofà e il set di pentole Mondial Casa, la lotteria di Conte. Ai primi 100.000 sms oltre ai 1500 euro,la trapunta invernale e il set aloe vera per te e il vicino di casa». Ci sarebbe da ridere a crepapaelle, se non fosse il nostro presidente del Consiglio… 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica