La Gruber manda in tilt Travaglio e sorprende tutti: «Non è che su Conte ha ragione Salvini?» (video)

giovedì 29 Ottobre 10:44 - di Chiara Volpi
Travaglio contro Salvini

Sorprendente Lilli Gruber. Lei: la pasionaria anti-salviniana che non si è mai fatta remore di dimostrare quella che è la sua appartenenza politica anche a costo di obiettività e doveri di ospitalità in tv, ieri ha sorpreso un po’ tutti. A partire dal suo ospite, ormai quasi fisso: Marco Travaglio. Rivolgendosi al quale, parlando della controversa gestione sanitaria da parte dell’esecutivo giallorosso, la conduttrice di Otto e mezzo esordisce con una domanda che spiazza decisamente il suo interlocutore: «Ma non è che ha ragione Matteo Salvini»?

Travaglio sconcertato dalla Gruber

Anzi, per l’esattezza, l’interrogativo posto dalla padrona di casa al suo ospite recita: «Dice che sono 6 mesi che Conte ignora l’opposizione perché gli interessano più gli ascolti televisivi  che i posti di lavoro a rischio. Non ha anche un po’ di ragione?». La Gruber butta là la provocazione al perfido Travaglio che, preso in contropiede, sulle prime stenta a credere alle sue orecchie. Poi però, lancia in resta, avvolto nel mantello di strenuo difensore della causa governativa. E, come al solito, investito de ruolo non ufficiale di difensore pubblico del premier, parte subito con la sua intemerata anti-salviniana. La Gruber, però, chissà perché ieri più affascinata che mai dal contraddittorio, insiste a non voler mollare la presa. E in calza: «Da più parti si invoca se non un governo di unità nazionale perlomeno una maggiore collaborazione tra governo e opposizione. Di chi è la colpa?»…

La conduttrice dà ragione a Salvini?

L’esca è nell’etere: ma da buon fondamentalista contiano, Travaglio non abbocca. E deciso a non dare ragione alla padrona di casa con cui solitamente concorda, replica: «Salvini è sempre in tv, più di Conte. L’opposizione vuole davvero il dialogo? Perché non propone qualcosa di alternativo? In Lombardia i contagi sono raddoppiati in tre giorni. Io mi aspetterei che Salvini e Meloni dicessero: chiudete Milano per 15 giorni. Chiudete Napoli per 15 giorni. Chiudete quei pezzi di Lombardia, Piemonte e Campania che pesano per il 50% dei contagi nazionali. Servono lockdown locali per evitare un lockdown nazionale che avrebbe un effetto disastroso sul Paese», conclude Travaglio. Un svicolando. Un po’ suggerendo ai suoi istruzioni per l’uso finora disattese...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *