Festa dei nonni. Meloni: “Sono il pilastro su cui si regge l’Italia”. E posta la foto con mamma e nonna

venerdì 2 Ottobre 11:10 - di Stefania Campitelli
“I nonni sono il pilastro principale sul quale si regge l’Italia”. Giorgia Meloni su Facebook dedica un omaggio ai nonni nel giorno della loro festa. “Sono la famiglia quando i genitori sono in difficoltà. Le istituzioni quando lo Stato manca, l’insegnamento dove la scuola non arriva. Amici, guide, punti di riferimento in una società che di certezze, ormai, ne ha ben poche“.

Meloni: i nonni sono il pilastro dell’Italia

La leader di Fratelli d’Italia posta una foto che la ritrae sorridente, con la piccola Ginevra in braccio, insieme alla mamma Anna  e alla nonna. Un’immagine di qualche anno fa. “A nonna Maria e nonno Gianni che sono andati via, a nonna Flavia e nonno Elio che sono amore allo stato puro”, prosegue la Meloni in un passaggio intimo e familiare. “A nonna Anna che mi rende orgogliosa. E a tutti i nonni d’Italia che ogni giorno sperano, combattono, e ci sostengono. Grazie, con tutto il Cuore”.

Pro Vita & Famiglia: pensiamo agli anziani vittime del covid

Tante le iniziative in giro per l’Italia in occasione della Festa dei nonni istituita nel 2005. Voluta fortemente dal centrodestra con una legge che porta il nome di Franco Pontone. L’associazione Pro Vita & Famiglia dedica la Festa dei Nonni alle vittime della pandemia. “A quegli anziani morti, come nelle stragi, nelle Rsa. E a quegli anziani abbandonati a se stessi. Senza la vicinanza dei loro cari a causa delle restrittive norme per l’emergenza coronavirus”.  Toni Brandi, presidente dell’associazione, traccia il bilancio di un anno particolarmente difficile.

12 milioni di angeli custodi

“In cui i nostri nonni, i nostri anziani, sono sempre più isolati e impauriti. Spesso soffrono non solo le sofferenze fisiche ma anche quelle psicologiche di non poter avere una carezza e la vicinanza dei propri figli e nipoti. Riprendere la socialità è per loro una salvezza importante. Il distanziamento sociale rischia di esporli a condizioni di solitudine peggiori di quelle precedenti”. Brandi invita a trasformare questa giornata in più di un’occasione commerciale. “Per ringraziare i nostri nonni per l’affetto e il supporto nella crescita dei nipoti. Per il sostegno alle famiglie, per l’equilibrio del welfare. Sono loro la vera risorsa e i veri ammortizzatori sociali di un Paese sempre più povero e in crisi“.

Dodici milioni di angeli custodi

Gli “angeli custodi” in Italia sono circa 12 milioni. E rappresentano il pilastro del welfare del nostro Paese. Dallo studio Share l’Italia, infatti, è in pole position per la cura dei nipoti. Siamo il Paese, in cui, più che negli altri Paesi europei, i nonni si occupano quotidianamente dei propri nipoti. 33%, contro il 28% di Grecia, 24,3% di Spagna, 15% di Germania, 9,4% di Francia, fino all’1,6% della Danimarca. Se il loro lavoro venisse calcolato economicamente ammonterebbe a oltre 2.000 euro mensili a famiglia. Un importo che, spalmato sul totale delle ore “erogate” in forma di baby sitting ai nipoti, arriva a 24 miliardi di euro annui.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica