FdI al governo: «I soldi per i clandestini li trovate, per i magistrati onorari no» (video)

giovedì 15 Ottobre 13:55 - di Natalia Delfino
fdi magistrati onorari
FdI porta la battaglia per i diritti dei magistrati onorari anche in Parlamento. Nel pieno dell’astensione dalle udienze penali e civili della categoria, indetta dal 12 al 16 ottobre, con un intervento di fuoco il deputato Andrea Delmastro ha ricordato alla Camera che il governo ha avuto la capacità di trovare 550 milioni per la regolarizzazione degli immigrati, ma non riesce a mettere sul piatto 100 milioni per garantire i diritti di questi “servitori dello Stato”.

“Sono servitori dello Stato, li trattate da servi”

“Scioperano perché si sento degli orgogliosi servitori dello Stato e non accettano di essere trattati da voi come servi dello Stato”, ha detto l’esponente di FdI, ricordando che i magistrati onorari, benché riconosciuti da numerose sentenze come lavoratori subordinati, non vedono riconosciuti diritti elementari come “uno stipendio dignitoso, ferie, malattie, maternità”. E questo nonostante “il 90% delle udienze monocratiche e il 50-60% della giustizia italiana” si reggano sul loro lavoro.

Delmastro: “FdI al fianco dei magistrati onorari”

“Non è vero che non ci sono le risorse”, ha quindi sottolineato l’esponente di FdI. “Nei 203 miliardi del Recovery Fund c’è come linea strategica accelerare la giustizia, ma non trovate 100 milioni di euro per la stabilizzazione della magistratura onoraria. Eppure – ha ricordato Delmastro – nel dl Rilancio avete trovato 550 milioni di euro per regolarizzare gli immigrati“. “Per voi le risorse sono gli immigrati clandestini. Per noi le risorse sono i magistrati onorari”, ha concluso Delmastro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica