FdI dalla parte di magistrati onorari e giudici di pace: “Il governo se ne infischia dei loro diritti”

lunedì 12 Ottobre 19:27 - di Redazione
magistrati onorari giudici di pace

Fratelli d’Italia è al fianco dei magistrati onorari e dei giudici di pace, che da domani al 16 ottobre si asterranno dalle udienze civili e penali per chiedere tutele e i più elementari diritti riconosciuti a ogni lavoratore, ma non a loro. “Il governo è sordo al riconoscimento di qualsivoglia diritto, quali ferie, malattia, maternità, sulla via infausta della riforma Orlando“, spiegano i deputati di FdI e membri della commissione Giustizia, Andrea Delmastro e Carolina Varchi, che già in passato avevano sollecitato il governo sul tema.

FdI  coi magistrati onorari e giudici di pace

“Nonostante le ormai quotidiane sentenze italiane ed europee che riconoscono la qualità di lavoratore in capo a magistrati onorari e giudici di pace, invocandone di fatto – spiegano Delmastro e Varchi – la stabilizzazione, il governo prosegue, sordo al riconoscimento di qualsivoglia diritto, quali ferie, malattia, maternità, sulla via infausta della riforma Orlando”.

I soprusi della riforma Orlando

Per questo FdI si schiera nuovamente al fianco della categoria. E dà supporto alla mobilitazione che la vedrà astenersi dalle udienze fino a venerdì. “Fratelli d’Italia – aggiungono i due deputati  – sarà al fianco dei nostri magistrati, contro un governo che non riconosce i più elementari diritti in spregio alle molteplici sentenze che ormai stanno disarticolando la riforma Orlando“. Una riforma, proseguono Delmastro e Varchi, “nata come la riforma dei soprusi, degli arbitri, della negazione dei diritti di molti per garantire i privilegi di pochi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica