Colpito da un masso sull’autostrada: grave Michele Barcaiuolo, consigliere regionale di FdI

venerdì 23 Ottobre 19:31 - di Milena Desanctis
Barcaiuolo

È ricoverato all’ospedale di Baggiovara (Modena), il consigliere e coordinatore regionale di FdI, Michele Barcaiuolo. È stato colpito ieri da un masso mentre viaggiava in autostrada, di ritorno da Bologna. Il politico, in gravi condizioni, è in prognosi riservata. L’incidente è accaduto ieri sera lungo il tratto modenese dell’A1. Da una prima ricostruzione della polizia stradale, è emerso che l’auto su cui viaggiava è stata centrata da un calcinaccio di grosse dimensioni, rimbalzato sulla carreggiata. Il masso ha sfondato il parabrezza della vettura.

Dalle prime ricostruzioni emerge che il masso che ha colpito l’auto si sarebbe staccato dal manto autostradale. Barcaiuolo viaggiava insieme a due suoi collaboratori ed era seduto davanti sul lato passeggero.

Incidente Barcaiuolo: l’interrogazione

Questa mattina, il parlamentare di FdI, Galeazzo Bignami, ha realizzato un video, postato poi sul suo profilo Facebook, dal luogo dell’incidente di cui è rimasto vittima Barcaiuolo. Bignami ha realizzato un video per documentare lo stato dissestato del manto stradale, mostrando pezzi di calcinacci e giunture caduti sull’asfalto, e chiama a risponderne la società Autostrade. Annunciando che presenterà un’interrogazione parlamentare sui massi che si staccano dalla carreggiata. “Eiettati come palle di cannone” sui mezzi che passano in autostrada. «Un automobilista, un padre di famiglia ora è in rianimazione». Si sfoga Bignami. «C’è gente che qua deve andare in galera». «Vogliamo sapere dal ministro dei Trasporti: “Che cosa state facendo”?»

Gli auguri di pronta guarigione

Intanto, arrivano “auguri di pronta guarigione” da parte del Comune di Modena. Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi, segnalano che sono stati informati «dell’incredibile incidente in autostrada». Oltre agli auguri di pronta ripresa, Muzzarelli e Poggi si dicono quindi «vicini ai familiari». E sottolineano «la necessità di chiarire eventuali responsabilità dei gestori del tratto autostradale per ciò che è avvenuto».

«Non lasciare impuniti i responsabili»

La senatrice della Lega, Lucia Borgonzoni «esprime tutto lo sgomento per le conseguenze – se possibili ancora più gravi – che potevano accadere. Ritrovarsi con il parabrezza dell’autovettura rotto. Perché all’improvviso circa 10 chili di cemento si staccano dal manto stradale è qualcosa che si fa fatica anche ad immaginare. Mi auguro che la magistratura possa individuare i responsabili. E non lasciare impuniti coloro che si sarebbero dovuti occupare sia della manutenzione che dei controlli».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *