Salvini: “Il 20 e 21 settembre abbiamo una storica possibilità di libertà. Mandare a casa Conte e i suoi”

mercoledì 2 Settembre 15:33 - di Redazione

“Ho iniziato la giornata con pane e cipolla per tenere lontani i giornalisti antipatici”. Matteo Salvini inizia con una battuta il suo tour elettorale a Rapallo. Per proseguire a Valenza in provincia di Alessandria. E conferma il suo ottimismo sulla tornata delle regionali.  “Il 20 e il 21 settembre abbiamo una possibilità di libertà storica. In primis vincete voi poi potremo mandare a casa Conte, Renzi, Bellanova e compagnia”. Il leader della Lega si rivolge ai cittadini liguri ed esalta il modello Genova.

Salvini: “Il 20 settembre possibilità storica”

“In Liguria si è dimostrata la differenza. Dopo la tragedia si correva il rischio di arrendersi. Invece, in un anno e mezzo, avete ricostruito un ponte, senza tangenti. Viva il modello Genova. E qui vi dico: diamo pieni poteri, e soldi, ai sindaci. Ma in Italia c’è una parte di politica che campa di burocrazia. In questo Paese dobbiamo portare il merito nella pubblica amministrazione. E mandare a casa chi non fa una mazza”. Poi aggiunge: “Vorrei dire che vivere in periferia non deve essere una condanna. Per questo, a Genova, abbiamo dato i primi colpa di ruspa. Questa è la vera politica: mantenere le promesse“.

“La Azzolina è una capra, direbbe Sgarbi”

Su scuola ed emergenza sbarchi non fa sconti. “La Azzolina è un’incompetente. Come direbbe Sgarbi ‘capra, capra, capra’. Non vedo l’ora che arrivi il giorno del voto. E se voi fate la vostra parte il giorno dopo vado a Roma a dare un banco con le rotelle a Azzolina. Conte e Di Maio e li mandiamo in giro a fare gli autoscontri per Valenza”. Poi, dalla piazza piemontese, allarga il campo alla Sicilia ormai al collasso. ”Centinaia di sbarchi, anche oggi, con forze dell’Ordine allo stremo e Lampedusa sempre più nel caos”, incalza Salvini. Denunciamo questo governo incapace e pericoloso per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. E perché  mette a rischio la salute dei cittadini e delle donne e uomini in divisa”.

“Dopo il voto spargeranno i clandestini in tutta Italia”

I numeri parlano chiaro.  “Solo nel fine settimana di clandestini ne sono sbarcati più di 1400. Per il momento li stanno tenendo in Sicilia perché c’è l’indicazione di stare fermi fino alle elezioni regionali. Dal giorno dopo, il 22 settembre, sapete come risolveranno il problema? Spargeranno i clandestini della Sicilia in tutta Italia. Chi sceglie il sindaco della Lega fa una scelta chiara quindi”. Sul processo che lo vede imputato per il caso Sea Watch ribadisce di non temere nulla.

“Nella vita ho provato di tutto, sono fortunato ma mai mi sarei aspettato di finire a processo rischiando 15 anni di carcere. Accusa non leggerissima. Non tipo aver parcheggiato in doppia fila a Valenza, ma accuse pesantissime perché ho difeso il mio Paese. Questi clandestini dicono che scappano dalla guerra… Ma  che guerra strana. Non vedo l’ora di tornare al governo per ridare all’Italia sicurezza. Per me sarà una giornata di festa”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Agostino Rossi 3 Settembre 2020

    Tantissimi Italiani non vedono l`ora di andare a votare, io per primo e li sbatteremo fuori questi parassiti incapaci nemici dell`Italia

  • Carlo Cervini 3 Settembre 2020

    Sarà dura, troppa gente in Italia vive di sussidi e prebende e loro hanno agito a debito proprio su quello e poi c’è una moltitudine che vive sulla Luna e agogna di vivere come in URSS a spese degli altri…………….

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica