Roma, ladro ucciso all’Eur: era un siriano, aveva colpito al petto un carabiniere col cacciavite

domenica 20 Settembre 10:04 - di Paolo Sturaro
ladro ucciso all'Eur

Ladro ucciso all’Eur. Finisce in tragedia il tentativo di furto in un edificio a sud della Capitale. Un uomo è morto e un carabiniere è rimasto ferito. In piena notte, in via Paolo Di Dono, i carabinieri sono intervenuti in uno stabile adibito ad uffici, a seguito di una segnalazione. C’era la presenza di persone sospette.

Ladro ucciso all’Eur, lo scontro con i carabinieri

Due militari, sono allora entrati nel cortile condominiale all’Eur e hanno tentato di bloccare uno sconosciuto. Lui però ha reagito e ha colpito al petto uno dei due uomini in divisa con un cacciavite. Il gesto ha determinato la reazione dell’altro carabiniere che ha esploso due colpi con la pistola d’ordinanza all’indirizzo dell’aggressore. L’ha colpito mortalmente.

Il militare finisce al Sant’Eugenio

Il militare ferito è stato trasportato presso l’ospedale Sant’Eugenio per le cure del caso, mentre il complice, approfittando della concitazione del momento è riuscito a dileguarsi. È in corso l’identificazione della vittima. A quanto apprende l’Adnkronos il ladro ucciso all’Eur è un siriano di 54 anni in possesso di regolare permesso di soggiorno e pregiudicato per diversi reati tra cui rapina. Sono anche confermati i segni di effrazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica