Set 16 2020

Mario Landolfi @ 13:16

Covid, Gasparri a Tridico: «Milioni di lavoratori non hanno ricevuto un solo euro dall’Inps»

«I vertici dell’Inps continuano a fallire i loro obiettivi. I continui flop sul fronte della cassa integrazione, deroga o ordinaria che sia, non hanno insegnato nulla a Tridico e agli altri vertici». È durissimo l’attacco sferrato dal senatore Maurizio Gasparri alla dirigenza del nostro Istituto di previdenza sociale. A tenere banco è sempre la questione dei mancati pagamenti. Come ha ricordato l’ex-ministro, è passato ormai un mese dal varo del decreto 104, che ha previsto altre settimane di prestazioni sociali. Ciò nonostante, puntualizza il parlamentare di Forza Italia, «i lavoratori non hanno visto il becco di un euro».

Gasparri: basta ritardi nell’erogazione della Cassa integrazione

Una situazione paradossale che Gasparri imputa direttamente al presidente dell’Istituto, Tridico, fortemente voluto dal M5S. «Il vertice Inps – ha infatti ricordato in proposito – non ha ancora messo in campo la procedura necessaria all’inoltro delle domande. Le strutture dell’Istituto non possono autorizzare nulla, i consulenti del lavoro sono nel panico più totale». Risultato: «La confusione regna sovrana – sottolinea il forzista -. Ma nessuno dice niente perché niente funziona». L’intervento di Gasparri si trasforma così in un attacco all’intero governo, sempre più inadeguato rispetto ai problemi che vanno avvallandosi giorno dopo giorno.

«Il governo massacra l’Italia»

Gasparri li elenca con precisione, a cominciare da scuola, assistenza sociale, previdenza che – incalza – «sono nel caos». E ha buon gioco a ricordare come dall’Inps non «siano state ancora impartite le necessarie istruzioni operative che recepiscono la legge». Insomma, rileva il senatore di FI, «tutto è ingessato». A rischiare brutto per i ritardi e le inadempienze Inps, infatti, sono tante categorie. «Prima parlavo dei forti ritardi nei pagamenti, ora denuncio i totali mancati pagamenti a milioni di lavoratori che a breve rischiano anche possibili licenziamenti», dice infatti Gasparri. Questa, invece, la sua conclusione: «Il governo Conte, Grillo, Zingaretti, Tridico massacrano l’Italia».