Scuola, Azzolina umiliata da prof e presidi: «Pensavamo fosse una tragedia, invece è una commedia»

sabato 15 agosto 10:23 - di Giorgio Sigona
scuola azzolina

Professori e presidi non ne possono più. Sulla scuola Azzolina ne dice una al giorno, poi si rimangia tutto. Una situazione insostenibile. «Pensavamo di vivere in una tragedia, e invece era una commedia. Tanto rumore per nulla di William Shakespeare». Lo afferma Antonello Giannelli, presidente dell’Anp, associazione dei presidi. Commenta il nuovo parere reso dal CTS secondo cui il distanziamento di un metro a scuola, al rientro a settembre, può anche non essere mantenuto per qualche mese. Questo, in attesa dei nuovi banchi, purché si faccia uso della mascherina chirurgica.

Scuola, Azzolina scatena la rabbia dei presidi

«Abbiamo sempre rispettato i pareri delle autorità sanitarie e continueremo a farlo», prosegue Giannelli. «Ma non comprendiamo perché non si sia fatta chiarezza prima su questo aspetto fondamentale. I dirigenti scolastici non hanno preso un solo giorno di ferie per lavorare febbrilmente, con granitico senso del dovere, affinché gli alunni potessero essere distanziati come previsto. I colleghi hanno risposto a innumerevoli monitoraggi ministeriali per comunicare più volte tutti i dati relativi alle classi, alle aule, ai corridoi, alle palestre, ai cortili, agli edifici. E tutto questo perché? Perché siamo stati seri e responsabili, ben più di quanto fosse evidentemente necessario».

«Colleghi, comunicate la messa in ferie»

«A questo punto», conclude il presidente dell’Anp, «invito tutti i colleghi a comunicare immediatamente ai rispettivi uffici scolastici la loro messa in ferie, perché le hanno meritate come non mai e perché ne hanno bisogno dopo una estate di lavoro frenetico che sembrava tragica e invece era solo comica».

Scuola, Azzolina tentenna: a settembre

La Azzolina tenta di rimediare alla figuraccia. «La mascherina è fondamentale laddove il distanziamento non c’è. Il Cts lo aveva già scritto il 7 luglio. Ma noi stiamo lavorando al distanziamento e continueremo a farlo. Ci sono Paesi europei che dicono: se non hai il distanziamento metti la mascherina e basta».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica