Meloni: «Se continua così, Lega e FdI saranno i primi partiti italiani. I meme su di me? Geniali»

mercoledì 5 agosto 11:11 - di Redazione
Meloni

“Come volevasi dimostrare, l’incontro con il governo non si è celebrato. Conte ha fatto la parte di invitarci viste le insistenze di Mattarella sulla collaborazione alle forze politiche. Noi abbiamo garantito quella collaborazione con decine di proposte. Ma non sono state prese in considerazione”. Giorgia Meloni ospite di Agorà torna a sottolineare le finte aperture del governo al centrodestra. E la deriva liberticida. Accentuata dalla proroga dello stato di emergenza per esautorare il Parlamento.

Meloni: l’incontro con Conte era una finta

Un esempio? La leader di Fratelli d’Italia denuncia il blitz nottetempo del governo per modificare la legge sulla nomina dei capi dei servizi segreti. Un fatto gravissimo. “Non mi sembra normale. Poi quando dico che c’è una deriva liberticida vengo linciata”. La leader di FdI sfida chiunque a negare l’atteggiamento responsabile delle opposizioni. “Abbiamo fatto proposte sul decreto cura Italia.. Il decreto Bilancio e la votazione del terzo scostamento di bilancio. Avevamo chiesto al governo di spiegare come sarebbero stati spesi quei soldi. Visto che con gli 80 miliardi messi a disposizione prima l’esecutivo ha fatto una serie di cose che non c’entravano nulla con il rilancio dell’Italia. Adesso stanno lavorando sul decreto agosto ma con noi nessuno sta dialogando”.

“Lega e FdI i primi due partiti italiani”

Vento in poppa nei sondaggi, che fotografano FdI al 18 per cento, la Meloni osserva soddisfatta i numeri di un crescente successo. Che rilevano un divario sempre più sottile con gli alleati. “Lega e Fratelli d’Italia sono due partiti diversi e possono crescere insieme”. E sembra rivolgendosi alla sinistra che tenta di mettere zizzania nella coalizione. “Quello che i giornaloni non dicono – aggiunge – è che se continua così i primi partiti italiani saranno due partiti di centrodestra”.

Poi una finestra sul taglio dei parlamentari e l’imminente referendum. “Fratelli d’Italia ha sempre sostenuto il taglio dei parlamentari in tutti e 4 i passaggi parlamentari. Fdi è l’unico partito che non ha partecipato alla raccolta di firme per richiedere il referendum. Coerentemente, faremo campagna per il sì”. E ancora:  “Non sono contraria alla proroga del blocco dei licenziamenti. Ma deve essere perfettamente contestuale al pagamento della cassa integrazione”. Infine un passaggio sull’ultimo infuocato intervento alla Camera. Che ha tenuto banco sui social per alcuni giorni. Offesa per le “caricature”? “Mi sono inalberata”, ammette con autoironia l’ex ministro della Gioventù. “E’ assolutamente legittimo che si scherzi su una cosa del genere. Alcuni meme su di me li ho trovati geniali. Con le gemelle di Shining ho riso per 20 minuti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica