Bonus ai politici, Rampelli: «Il M5S si conferma il peggior partito della storia repubblicana»

lunedì 10 agosto 12:35 - di Massimo Baiocchi
Rampelli

«Non c’è rimedio alla truffa dei deputati che hanno commesso un errore così grossolano. Lo ammettano, chiedano scusa e restituiscano i soldi allo Stato che aveva destinato fondi a chi è in difficoltà economiche». Lo afferma Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera. «Ma è proprio questo il punto che aggiunge alla responsabilità morale dei parlamentari quella politica del Governo. Il decreto avrebbe dovuto prevedere uno scudo per evitare che le categorie con fatturati o indennità importanti potessero consumare le risorse che lo Stato ha stanziato per le partite Iva, a iniziare dai parlamentari».

Rampelli punta il dito contro i Cinquestelle

Ospite alla trasmissione Start su Skytg24, l’esponente di FdI punta il dito contro i pentastellati. «I Cinquestelle si confermano comunque il peggior partito della storia repubblicana perché se venisse confermato che tra i parlamentari furbetti ci sta anche un grillino, dopo il ministro Azzolina che partecipa al concorso per dirigenti scolastici, il reddito di cittadinanza dato a pregiudicati e terroristi, la scarcerazione di oltre 300 boss mafiosi, la vicenda delle finte ricevute di bonifico per eludere la donazione alle micro imprese… cadrebbe un altro caposaldo di un Movimento che ha perso per intero la sua presunta identità», conclude Rampelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica