Bollettino nero: meno tamponi, nuovo record di contagiati (1210). Governo diviso e immobile

domenica 23 agosto 18:52 - di Monica Pucci

Il bollettino di oggi, rispetto a quello di ieri, non fornisce indicazioni particolarmente positive. Sono 1210 i nuovi casi di coronavirus rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 7 decessi, che portano il totale dei deceduti a 35.437 dall’inizio dell’emergenza. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 69, con un incremento di 5 unità, dato certamente meno positivo di quello di ieri, quando di erano constatati due ricoveri in meno tra i casi più gravi. Le persone ricoverate con sintomi sono aumentate di 47 unità: il totale è 971. Nel complesso, i casi attualmente positivi sono 18.438, +935 da ieri. Altro dato non positivo: i contagi aumentano nonostante il calo dei tamponi effettuati, rispetto a ieri. Sono 67.371 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, in calo, rispetto ai 10.303 di ieri.

Il governo oscilla tra allarmisti e normalizzatori, in vista delle elezioni di fine settembre. La linea è non parlare di un nuovo lockdown almeno per un mese, ma iniziare già ad organizzarlo, con l’incognita delle scuole. “La situazione non è paragonabile a quella di marzo”, dice il ministro della Salute Roberto Speranza (nella foto) in un colloquio con La Stampa. “Io sono ottimista – continua il ministro – anche se prudente e cauto”.

Ma intanto, che si fa? Si chiudono le regioni? Si bloccano i viaggi all’estero? Si obbliga alla quarantena chi torna dalle vacanze a prescindere dai test rapidi peraltro molto discutibili? Si naviga a vista, con Speranza…

Lombardia e Lazio in testa alla classifica dei contagi

Le regioni con più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (239), Lazio (184), Veneto (145), Campania (138), Emilia romagna (127), Sardegna (81), Toscana (59). La Lombardia risulta la Regione che in assoluto ha svolto più screening (1.483.556, di cui 13.663 solo nelle ultime 24 ore), segue poi il Veneto con 1.453.684, di cui 10.592 nelle ultime 24 or

Oggi nel Lazio si registrano 184 casi e un decesso. Di questi il 60% sono link di rientro, mentre diminuiscono quelli con link dalla Sardegna (35%). Sono invece 29 i casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Campania relativi a persone provenienti da fuori regione o contatti di precedenti casi di rientro. Di questi, 17 sono stati registrati dalla Asl Napoli 1 Centro, competente sul territorio della città di Napoli e isola di Capri: 9 sono emersi grazie allo screening eseguito nella sede della Asl Napoli 1 Centro del Frullone dopo la segnalazione via mail al ritorno dall’estero, in questo caso Spagna e Grecia, altri 3 dallo screening eseguito all’aeroporto di Capodichino (uno di ritorno da Malta e due da Mykonos) mentre 5 sono rientrati dalla Sardegna e hanno eseguito il tampone al Frullone (4) e a Capodichino (1).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica