Contagi, sfondata quota mille ma calano i ricoverati in terapia intensiva e i morti

sabato 22 agosto 18:32 - di Leo Malaspina

Le cifre fanno impressione, come due mesi fa, ma se si legge tra le righe dei comunicati della Protezione Civile non è il caso di farsi prendere dal panico. Il numero dei contagi da coronavirus sfonda quota mille, secondo un trend di crescita che dura da due settimane, ma non aumenta il numero dei malati.

Contagi a 1071, meno cinque i ricoverati gravi

Sono stati 1071 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 258.136. Tre i morti portando il numero complessivo a 35.430 da inizio emergenza. Lo rende noto il ministero della Salute aggiornando i dati relativi al contagio, pubblicati sul sito della Protezione Civile. Sono 64 le persone ricoverate in terapia intensiva, cinque in meno di ieri: un dato niente affatto trascurabile, insieme con quello dei morti, anch’esso in costante decrescita. Sono 243 i nuovi guariti, 205.203 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore i tamponi sono stati 77.674 per un totale che sale a 7.940.266. La Valle d’Aosta è l’unica regione a zero contagi da ieri.

Niente panico, dice il virologo Pregliasco

“Abbiamo superato la soglia psicologica del 1000 nuovi contagi ma questo non deve creare panico. Stiamo controllando di più e in questo modo evitiamo che positivi asintomatici vadano in giro ad infettare inconsapevolmente. Le terapie intensive non sono intasate e ci sono, per fortuna, pochissimi decessi”. Lo sottolinea all’Adnkronos Salute il virologo dell’università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco. “Siamo, purtroppo, in linea con la situazione epidemiologica di altri Paesi vicini – aggiunge Pregliasco – Dobbiamo continuare ad essere ottimisti e ricordare sempre come oggi più che mai occorre avere buon senso e tenere la barra dritta sul rispetto delle misure e dei comportamenti che ci garantiscono la nostra sicurezza”.

Il Lazio supera la Lombardia nei nuovi positivi

Il Lazio, oggi, fa segnare il record di contagiati in Italia (qui l’articolo). Sono invece 185 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Lombardia. Non c’è stato, invece, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Lo rende noto la Regione, spiegando inoltre che sono stati eseguiti 12.957 tamponi per un totale complessivo di 1.469.893. Aumentano i guariti/dimessi (+103), che sono in tutto 75.649. Diminuiscono i pazienti in terapia intensiva (-3), dove si trovano ancora 14 persone. I ricoverati non in terapia intensiva sono invece 148 (-1).

Nel mondo i morti da coronavirus superano le 800mila unità

Il numero di morti nel mondo per il coronavirus nel mondo ha superato la soglia degli 800mila. Secondo gli ultimi dati della John Hopkins university, i decessi sono ormai 800.283, mentre i contagi si avvicinano ai 23 milioni. Il sito del Guardian sottolinea che il numero globale di morti è raddoppiato in 11 settimane. Glli Stati Uniti sono il primo paese per numero di decessi (175.467), seguiti dal Brasile (113.358) e Messico (59.610).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica