Scenata fuori dalla Rai, Diaco contro Matano: «Tu sleale con la Cuccarini». Imbarazzo a viale Mazzini

giovedì 2 luglio 15:47 - di Adriana De Conto
Cuccarini

Il caso di Lorella Cuccarini “epurata” dal programma di punta Rai La vita in diretta e il gelo con il quale si è congedata dal collega  Matano non sono stati  indolore per gli equilibri di viale Mazzini. Anzi, sta innescando una serie di ripercussioni a catena. Parla da sé la lettera di  una parte dei dipendenti Rai, famosi e non famosi che hanno mal digerito l’allontanamento della più amata dagli italiani. Poi la lettera  inviata per mail dalla conduttrice a tutti i collaboratori del programma. Il tutto ha reso evidente la frizione tra i due conduttori nel corso dell’ultima puntata di venerdì del programma.

“Pare sia successo il finimondo”

Come spesso accade, pesa più l’assenza che la presenza di Lorella Cuccarini. Stando a indiscrezioni, il suo allontanamento ha dato la stura a vere e proprie piazzate: come quella tra   Pierluigi Diaco e Alberto Matano pochi giorni fa. A raccontarlo in un post dal suo profilo Instagram è stato Alan Fiordelmondo, uno dei paparazzi professionisti più noti. Ebbene il fotografo racconta di una violenta litigata tra Pierluigi Diaco, conduttore di “Io e te”, e Alberto Matano fuori dalla sede Rai.«Sembrerebbe sia successo il finimondo con urla e paroloni. Il primo accusava il secondo di aver contribuito a far fuori Lorella Cuccarini da La vita in diretta. Una scena imbarazzante anche per gli alti dirigenti Rai che hanno assistito allo spiacevole episodio».

Diaco vs Matano sul caso Cuccarini

L’esclusione di Lorella Cuccarini da La vita in diretta come abbiamo più volte rilevato rientra nella “de-sovranizzazione” del nuovo corso giallorosso della Rai. Le simpatie politiche mai nascoste dalla conduttrice non erano gradite. Anche il benservito alla Isoardi si inquadra nel medesimo clima politico. A questo si aggiungono le parole della Cuccarini con cui ha dipinto in quadro caratteriale ben preciso di  Alberto Matano: «ego smisurato e maschilismo“, sono i termini che risuonano nell’ormai famosa lettera inviata per mail ai collaboratori e poi consegnata alla stampa. Così a settembre Matano farà il primo attore e condurrà da solo il programma. Per tutta risposta le ex colleghe del telegiornale hanno difeso  a spada tratta Matano.

Il futuro di Lorella

La solidarietà a Lorella Cuccarini, tuttavia non è mancata: da parte di suoi colleghi e anche dalla politica, dal nostro quotidiano dalla leader di FdI che dai suoi profili social ha rivendicato il lungo curriculum e la professionalità della conduttrice. Indignandosi del modo inelegante con cui è stata estromessa dal programma Rai.  Tornando alla “piazzata” e alle parole grosse volate tra Matano e Diaco,al momento il primo non ha colto la provocazione del secondo e non ha risposto agli insulti del collega. Per la Cuccarini – che per ora  resta una dipendente della Rai-  indiscrezioni di Tvblog  parlano di un possibile ripiego sullo Zecchino d’oro; ma anche di una chiamata di La7, dove Cairo pare le abbia proposto un format  pomeridiano sovrapposto proprio a La vita in diretta.

A completamento della vicenda è poi arrivata una precisazione di Pierluigi Diaco a quanto riportato da Alan Fiordelmondo attraverso un tweet: “Matano è stato sleale con l’amica Lorella Cuccarini. Gli ho detto con educazione quello che penso. Non volevo che il mio giudizio gli fosse riportato. Non ci sono state urla, scenate, né erano presenti dirigenti Rai. Mi chiedo come fa a circolare una indiscrezione falsa. Dettata da chi?”. E’ chiaro che smussare i toni conviene a tutti ,ma la sostanza resta eccome. Già nei giorni scorsi, prima dell’ultima puntata, Diaco aveva riservato parole lusinghiere alla Cuccarini, con un tweet: “Domani la mia amica Lorella Cuccarini conclude la sua eccezionale esperienza alla guida de La vita in diretta. Si è contraddistinta per competenza e senso del dovere. È una professionista che lavora con passione e correttezza. Le auguro che la vita professionale continui a darle ciò che merita”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andrea Marconcini 2 luglio 2020

    Lorella debuttò nel 1985 nello stratosferico ‘Fantastico’ di Pippo Baudo e già dalla sigla iniziale si capì subito che la ragazza aveva talento da vendere( mi ricordo come se fosse ieri il piccolo incidente capitatole con la perdita della scarpa sul finale del balletto e forse per alcuni si trattò di brutto presagio e invece il successo la travolse fino a consacrarla ‘la più amata dagli Italiani’ e quella famosa pubblicità non c’entra nulla.Il suo sorriso,la sua professionalità,quei passi di danza unici e inimitabili,la sua simpatia ,il suo candore,la sua voce e le sue canzoni cantate da ragazzine e nonne,tutte queste doti l’hanno resa celebre e stimatissima.Lorella Cuccarini è senza ombra di dubbio un’artista completa,una vera soubrette sapendo cantare,ballare e soprattutto recitare e intrattenere.Io nel lontano ’85 avevo 13 anni , sono trascorsi 35 anni da quell’esordio e una carriere così strepitosa merita rispetto considerando anche il fatto di che cosa ci tocca sorbire oggi ,considerando il fatto che il varietà è ormai scomparso.La RAI si è spesso comportata da ingrata e se ciò potrà consolare Lorella lo ha fatto soprattutto con gli artisti più grandi quelli che maggiormente hanno contribuito a renderla famosa e importante a livello internazionale.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica