La Rai “caccia” la Cuccarini, Dagospia spara la bomba: paga il conto perché è sovranista

martedì 9 giugno 10:47 - di Alberto Consoli
Cuccarini

La de-sovranizzazione della Rai procede a vele spiegate. Dopo la Isoardi ora tocca a Lorella Cuccarini, che è in procinto di essere esclusa da La vita in diretta. Ci sarebbe la manina del ministro grillino Spadafora per la ormai probabile epurazione della conduttrice da una delle  trasmissivo  di punta di Rai1;  che conduceva insieme ad Alberto Matano. Non basta essere “la più amata dagli italiani”, non bastano le armi della  bravura e della professionalità. È più di un’indiscrezione l’orami probabile estromissione dalla condizione de La Vita in diretta. La decisione tutta politica sarebbe stata presa dal direttore di rete Stefano Coletta secondo quanto scrive Marco Zonetti su “notizie nazionali“.

Epurazione grillina

Sembrerebbe infatti – leggiamo sul Tempo – che ad aver fatto pressioni sia stato il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, da sempre molto attento a quanto si muove in Rai per conto del Movimento 5 stelle. Ma non erano i grillini a sgolarsi di volere lasciare la politica fuori dalla Rai? La Cuccarini non ha mai nascosto il suo pensiero e le sue idee molto vicine all’area “sovranista” espresse liberamente dai suoi canali social e in molte interviste.

Peraltro la Cuccarini non sarebbe la prima vittima “sovranista” a rischiare nella nuova stagione Rai targata Pd e 5 stelle. Anche Elisa Isoardi, infatti, starebbe per perdere la conduzione de La prova del cuoco a vantaggio di un ritorno di Antonella Clerici. La colpa della Isoardi? Naturalmente quella di essere la ex di Matteo Salvini…

L’ormai prossima epurazione della «pericolosa sovranista» Cuccarini è stata rilanciata da Dagospia. La decisione era nell’aria e rientra in una cornice di equilibri politici. Fatto fuori  il patto Lega M5Stelle del governo gialloverde, il Conte bis ha preteso nuovi equilibri. Semplice e vergognoso al tempo stesso. Visto che il curriculum e la serietà della Cuccarini dovrebbero mettere a tacere tutti.

Chi verrà al suo posto a condurre Uno Mattina? La più papabile sarebbe Serena Bortone, giornalista conduttrice di Agorà su Raitre. Anche se il sito TvBlog anticipa che la Bortone possa approdare sì a Raiuno, ma nello spazio che Caterina Balivo lascia libero: Vieni da me.

Cosa non perdonano alla Cuccarini

Alla Cuccarini sono state fatali alcune dichiarazioni. Lo fece sulla pagine del settimanale Chi di Alfonso Signorini. «Io voglio essere stimata per quella che sono e non per quello che gli altri vorrebbero fossi», spiegò. «Ho detto di essere sovranista perché amo il mio Paese e perché penso che debba riappropriarsi della sua capacità di scegliere, visto che ultimamente non è stato così. Questo, da alcuni, è stato percepito come un qualcosa di brutto, mentre io non ci vedo nulla di male e, al netto di tutte le polemiche, lo ridirei senza alcun problema». Bastò questo per riserverle la riprovazione morale del coro mainstream. Subì diversi attacchi politici alimentati anche dalla su rivale di sempre, Heather Parisi. Che dichiarò: ««E così dopo la ballerina sovranista, la ballerina Maître à penser. In verità sempre più Maître e sempre meno penser»….

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Vincenzo 12 giugno 2020

    Il vero cancro del nostro paese è la sinistra.

  • Roberto Prosperi 10 giugno 2020

    CARI SINISTRIDI DI MERDA,SULLA BOLLETTA DELLA LUCE FATE UN PRELIEVO FORZATO PER IL CANONE RAI, VISTO CHE ANCHE I SOVRANISTI LO PAGANO,SONO SICURO CHE TUTTI LA VORREMMO VEDERE IN RAI, SE CIO’NON SARA’ POSSIBILE , IO DAL MOMENTO CHE NON APPARIRA’ SULLO SCHERMO NON PAGHERO’PIU’IL CANONE, E SPERO CHE SAREMO IN MOLTI DOCUMENTERO’CON LE BOLLETTE , PRIMA E DOPO.

  • MARA 9 giugno 2020

    LORELLA CUCCARINI E LA MIA AMICA D’INFANZIA DAL 1969

  • Gerry 9 giugno 2020

    E cosi questi fanno politica con i nostri soldi. Parassiti liberalizzate la RAI siete tutti ladri e arroganti.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica