Ponte sullo Stretto, retromarcia della sinistra. Da opera del “demonio” Berlusconi a priorità del Pd

sabato 18 luglio 14:31 - di Leo Malaspina

Incredibile ma vero, nei nuovi progetti del Pd per il sud e la Sicilia, c’è anche il Ponte sullo Stretto di Messina. Quell’opera faraonica che sembrava ispirata dal Demonio, Silvio Berlusconi, nella fattispecie, adesso è diventata la priorità del Pd  per la Sicilia e il Mezzogiorno. Con quali fondi? Quelli europei, ovviamente, quelli del Recovery Fund, che ovviamente non ci sono ancora e forse non ci saranno mai, come sostengono una ventina di deputati siciliani del Pd. In Calabria, invece, il centrodestra spinge da sempre, fino all’ennesimo odg di tre giorni fa.

Le promesse di Berlusconi

Nel corso degli anni di governo del centrodestra, ma anche quando era all’opposizione, Silvio Berlusconi non ha mai rinunciato a rilanciare il progetto a lui tanto caro e da sempre osteggiato dalla sinistra. Durante l’ultima campagna elettorale, Berlusconi aveva rilanciato: “In Sicilia non funziona nulla, ci sono autostrade che sono state progettate da anni ma ancora non ci sono appalti, manca il contatto con l’Ue e con l’Italia. Manca il Ponte sullo Stretto, il mio governo l’aveva progettato ma poi è arrivata la sinistra e ha pensato che siccome avrebbe potuto portare il mio nome non possiamo farlo.

Il Ponte sullo Stretto targato Pd

Nella risoluzione presentata da 20 deputati Partito democratico in commissione Ambiente si chiede dunque di inserire la grande opera tra quelle che dovrebbero usufruire dei finanziamenti europei per far ripartire il Paese dopo l’emergenza coronavirus. Anche se Zingaretti, pur sposando l’idea, frena, chiamando in ballo il popolo. “Sul Ponte sullo Stretto di Messina decideranno i siciliani e i territori. Ora combattiamo uniti come italiani una battaglia sul Recovery plan, un piano che si chiama generation x”.

E se fosse un tunnel invece un Ponte? Piacerebbe, improvvisamente, anche ai grillini…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica