Arancia meccanica a Trastevere: gruppi di bulli sputano su porte e citofoni per attaccare il Covid (video)

domenica 19 Luglio 16:19 - di Riccardo Arbusti

Una denuncia accorata. Di una donna che si sete accerchiata e assediata in casa propria. Lei è Fiorenza Cipollone, costumista Rai, che in un video racconta al Corriere della era le angherie subìte dai residenti del rione Trastevere. Vessazione che conosce in prima persona visto che abita proprio a Trastevere, al piano terra, in vicolo del Leopardo.

“Dalla periferia arrivano bande di ragazzini vestiti tutti uguali, come in Arancia meccanica, con al polso un pugno di ferro. Ma ci sono comitive anche di ragazzi per bene, certo… Il minimo che possono fare è pisciarti sulla porta…”. Se osi protestare ti sputano sulla maniglia o sul citofono sperando di attaccarti il Covid. “Io ho dovuto mettere la rete – racconta ancora Fiorenza Cipollone – e spero che non si avvicinino. Ho messo il nastro bianco e rosso per tenerli lontani”. Gli schiamazzi vanno avanti fino alle 4 del mattino. “Abbiamo fatto esposti e querele ma qui ci vuole la Wehrmacht. Se chiamo io per protestare mi dicono di prendermi un tranquillante”.

Non è la sola zona di Roma, Trastevere, a soffrire per la movida violenta. Pochi giorni fa sulla pagina Fb “Riprendiamoci Roma” in tanti hanno visto un video girato a San Lorenzo che documenta l’arroganza dei nottambuli del weekend. Ragazzi che lanciavano bottiglie contro la finestra di una donna che aveva osato protestare per gli schiamazzi.

Roma: folli notti a Trastevere.Gare di sputo per attaccarti il Covid-19 Racconto-choc di Fiorenza Cipollone…

Pubblicato da ArcheoAmbiente su Domenica 19 luglio 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica