Discarica abusiva a due passi dal Foro Italico. Fratelli d’Italia: “La Regione e il Campidoglio lo sanno?”

mercoledì 3 giugno 15:05 - di Redazione

Allarme verde a Roma. A due passi dal Foro Italico. La denuncia arriva da Fratelli d’Italia con un comunicato di  Giancarlo Righini e Roberta Angelilli. “Raggi e Zingaretti sono corresponsabili del disastro ambientale. E dei danni alla salute pubblica provocati dalla discarica abusiva. Gestita da un clan Rom. Che traffica e smaltisce illegalmente rifiuti nel campo “tollerato” nei pressi di via del Foro Italico. Dove da anni si accumulano rifiuti speciali e pericolosi. E quotidianamente si accendono roghi tossici che ammorbano l’aria nonostante le continue denunce dei cittadini”.

Discarica abusiva, la denuncia di Fratelli d’Italia

E’ la fotografia scattata dai due esponenti di FdI. “La vicinanza con l’Aniene e il Tevere fa temere che all’inquinamento atmosferico possa aggiungersi quello delle acque. Come denunciano le drammatiche immagini del reportage delle Iene. Sulla “bomba” inquinante all’interno del campo. E’ già stata depositata nostra interrogazione al Consiglio regionale. E una richiesta alla Arpa di verifica della qualità dell’aria nella zona“. Per questo attentato alla salute pubblica Righini e Angelilli chiamiamo in causa la Regione Lazio. Che attraverso Roma Natura doveva tutelare l’area. Appartenente alla Riserva Naturale dell’Aniene. Limitrofa al campo Rom. Colpevole anche Roma Capitale. Che era stata impegnata da una mozione di Fdi a ripristinare i 4 mezzi Ama a sostegno del nucleo di Polizia Locale. Addetto alla tutela del decoro urbano. E  a ridistribuire gli agenti disponibili, come richiesto dalla Questura di Roma. Fratelli d’Italia è da sempre in prima linea nella difesa dell’ambiente e nel denunciare la situazione invivibile di alcuni quartieri della città.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica