Tweet al veleno contro Bergoglio, Socci lascia la scuola di giornalismo di Perugia tra le polemiche

lunedì 11 maggio 17:59 - di Redazione

Antonio Socci si è dimesso da direttore della Scuola di giornalismo di Perugia, scuola di cui la Rai è socio fondatore e che vede tra i soci anche il Comune di Perugia, la Regione Umbria, l’università del capoluogo umbro, una fondazione bancaria. Le dimissioni di Socci giungono dopo un tweet durissimo sul Papa, per il quale lo stesso Socci si è poi scusato.

L’agenzia Agi sottolinea in ogni caso che “il mandato triennale era scaduto da qualche settimana e quindi Socci era in regime di prorogatio, e a quanto apprende l’AGI non pare che lo stesso Socci avesse intenzione di proseguire nell’incarico, ritenendo quindi conclusa questa esperienza alla Scuola perugina di formazione dei giornalisti presieduta da Antonio Bagnardi”.

Ma cosa aveva scritto Socci sui social? A proposito della chiusura delle chiese e del divieto di celebrare le messe il giornalista aveva dato del “traditore” a Bergoglio.  “Bergoglio corre in soccorso a Conte e si conferma il solito traditore asservito al potere”.Subito dopo il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana aveva annunciato l’intento di presentare un esposto al Consiglio di disciplina. Lo stesso Socci si era quindi scusato: “Ho usato toni e parole sbagliate di cui mi scuso, anzitutto con Papa Bergoglio”. Parole “non ponderate e dettate dall’emotività”.

Socci non è nuovo alle uscite molto polemiche contro l’attuale pontefice. L’ultima quella dopo la celebrazione in solitaria della preghiera contro la pandemia in piazza San Pietro. Anche dinanzi a quel poderoso spettacolo di fede Socci aveva trovato da ridire: in particolare non aveva gradito che il papa non si fosse mai inginocchiato durante la cerimonia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • jannaj58 12 maggio 2020

    E fa bene a bacchettare un ateo, miscredente ed anticristo.
    Mala tempora currunt!!!
    Governo sinistro di dilettanti allo sbaraglio, la chiesa nelle mani di un distruttore, pandemie, terremoti che ci vuole ancora???

  • avv.alessandro ballicu 11 maggio 2020

    ha ragione da vendere questo falso papa è il vero anticristo, nessuno prima di lui si era permesso così continue ed illegali ingerenze nella politica italiana, peraltro a senso unico a sinistra sempre e a prescindere,
    socci ha fatto malissimo a scusarsi, del resto come diceva gramsci ” la verità è sempre rivoluzionaria”
    è ratzinger l’unico vero papa, questo è un impostore ignorante ed in malafede, sta facendo alla chiesa ciò che fini fece al msi, 2 traditori

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica