Tremori, orticaria e geloni: il coronavirus sta mutando. Ecco i sintomi da non sottovalutare

domenica 3 maggio 19:36 - di Redazione
Coronavirus

Gli esperti ne sono convinti: il coronavirus sta mutando velocemente. È un virus camaleontico. Ai sintomi che conosciamo febbre, tosse e affanno si aggiungono adesso tremori, orticaria e geloni.

Come riportato dal  Corriere, secondo quanto diffuso dai Cdc di Atlanta, gli americani Centers for Disease Control and Prevention, che si occupano della salute a livello mondiale, a questi andrebbero aggiunti almeno altri sei sintomi. Brividi, tremore persistente insieme ai brividi, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola e perdita di gusto e olfatto.  I Cdc hanno esortato a tenere in considerazione tutti questi sintomi nel momento in cui si stilano i contagi dal coronavirus.  Ma l’Organizzazione mondiale della sanità respinge  questa nuova ipotesi e continua a sostenere che i segnali a cui fare riferimento sono sempre gli stessi: febbre, tosse secca, tremori e affanno.

Coronavirus, colpita anche la pelle

A complicare la situazione, già abbastanza difficile, sono anche i dermatologi. Il Corriere spiega che secondo il British Journal of Dermatology, anche la pelle verrebbe colpita dal Covid-19. In questo caso specifico sarebbero cinque i sintomi da non sottovalutare. In primis i geloni  che interessano sia le mani che i piedi quando sono esposti a temperature molto basse. L’ipotesi avanzata è che il virus provochi danni ai vasi sanguigni e che ciò vada a intaccare la circolazione sanguigna. Un altro disturbo che può emergere è la comparsa di vescicole sulla pelle, lesioni pruriginose, eruzioni maculo-papulari e necrosi. Ovvero la morte delle cellule a causa della mancanza di sangue nelle zone colpite.

Come cambia il virus

«Il coronavirus è un virus camaleontico – commenta il clinico Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive all’Ospedale San Martino di Genova al Corriere – Colpisce molti organi. Il polmone innanzitutto, ma anche il rene, il cuore e le articolazioni. E la pelle, anche se queste manifestazioni non sono fra le più frequenti. Anche il virus dell’influenza fa gli stessi danni: al cervello (encefaliti), al cuore (miocarditi), al fegato (epatiti) e al rene».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Manuela Reitano 3 maggio 2020

    Finalmente qualcuno ne parla! Ne ero già al corrente atraverso fonti USA tra cui la stessa CDC, e ABC, FOX News, e CNN. E’ un virus bastardo come i suoi creatori. Non sappiamo ancora se chi è guarito lo è effettivamente, o se ci saranno recidive; non sappiamo se ci sarà una seconda ondata e che portata potrà avere…. Gli USA sono convinti che sia stato manipolato dall’ uomo, in un laboratorio segreto di Wuhan. E lo sono anche io. Non ci si può fidare di un paese totalitario, comunista, che per mero orgoglio partitico ha cercato di nascondere tutto perché loro devono essere ‘forti’. Ricordiamoci che durante la guerra sino-giapponene del ’38 per cercare di arginare l’ avanzata giapponese, questo stesso paese ha fatto esondare il Fiume Giallo in un entativo di fermare i giapponesi. E così facendo ha sacrificato più di un milione di suoi cittadini!!!!! E poi ci mandano le mascherinee i loro medici, e i respiratori che non funzionano (e non solo in Italia). Come il piromane che poi fa finta di aiutare i vigili del fuoco…

  • Antonio 3 maggio 2020

    Secondo me bisognerebbe fare ricerca in una strumentazione che possa vedere o segnalare dove c’è il virus, su persone e cose.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica