Scontro di fuoco da Giletti: De Girolamo inchioda Licheri che la spara grossa sul giustizialismo a 5S

lunedì 25 maggio 13:43 - di Prisca Righetti
scontro De Girolamo-Licheri a Non è l'Arena frame da video su Youtube

Scontro di fuoco in tv a Non è l’Arena. Gli ospiti in studio dibattono ancora su Bonafede e giustizia. Boss scarcerati e caso Di Matteo. Tra loro, in studio c’è anche la battagliera  Nunzia De Girolamo che proprio non ce la fa a non puntualizzare. E a richiamare alle proprie responsabilità guardasigilli grillino e esponente a cinque stelle in diretta su La7.

“Non è l’arena”, volano gli stracci tra Licheri e la De Girolamo

Così, nella puntata di ieri del talk politico de La 7 condotto da Massimo Giletti, si parla della sfiducia rischiata, e alla fine evitata, da Alfonso Bonafede. A difendere la bandiera a cinque stelle, logora e oltraggiata dagli stessi pentastellati. Bandiera che dovrebbe rappresentare le istanze movimentiste anche su magistratura e politica. bandiera che il 5S Ettore Licheri, ospite in studio, prova a far faticosamente sventolare. Addirittura ricorrendo a iperboli e paradossi: come quando la discussione in corso porta il grillino ad affermare che «il M5s non ha mai inseguito il giustizialismo».

L’ex azzurra inchioda il grillino sul giustizialismo a cinque stelle

Insomma, Licheri la spara davvero grossa. E la De Girolamo non può trattenersi. l’ex ministra ed ex deuputata di FI non ci sta e ricorda, con garbo e veemenza, come su Bonafede Licheri and co. abbiano improvvisato salti mortali, carpiati e giravolte dell’ultimo minuto. Aggiungendo: «Come? Non avete risparmiato nessuno. Avete massacrato la Cancelleri per una telefonata»… E fosse solo quello…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sabrina 25 maggio 2020

    Giletti e ‘ un grande giornalista! Se non fosse stato per lui non avremmo capito il marciume che alligna nei 5 stelle complici della magistratura nelle loro diaboliche azioni di palazzo. Ci voleva un minimo di dignità per dimettersi invece sono abbarbicati alle poltrone!! Vergogna!Vergogna! VERGOGNA!!!

  • Sergio 25 maggio 2020

    Licheri e le sue argomentazioni assurde, più parlava e più la credibilità del ministro sprofondava insieme al M5S.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica