Meloni, Salvini e Tajani in piazza il 2 giugno a Roma. Prove generali per la manifestazione del 4 luglio

giovedì 28 maggio 15:41 - di Alessandra Danieli

Prove generali per la manifestazione unitaria (e di massa) del prossimo 4 luglio. Martedì 2 giugno il centrodestra, come annunciato da giorni, scenderà in piazza a Roma. E in tutte le altre città capoluogo di regione, per dare voce al dissenso degli italiani. Sarà un anticipo della mobilitazione di luglio già fissata per il 4 luglio.

2 giugno, i leader del centrodestra in piazza a Roma

Nel giorno della Festa della Repubblica a Roma saranno presenti i tre  leader del centrodestra: Matteo Salvini, Giorgia Meloni e il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani. L’iniziativa è programmata per la mattinata, si legge in una nota congiunta. Nella Capitale, fanno sapere i partiti, verrà esposto, in piazza del Popolo, un tricolore di grandi dimensioni. Nel resto d’Italia, invece, il  2 giugnoverranno organizzati flash mob silenziosi e stanziali, Con cartelli, ma senza bandiere di partite. E senza interventi dei leader, nel pieno rispetto delle misure di distanziamento richieste dalle norme anti-contagio da Covid-19. Alla protesta ha aderito anche il governatore della Lombardia, Attilio Fontana. Che ha già annunciato che parteciperà al flash mob in piazza del Duomo a Milano.

“Daremo voce al dissenso contro il governo”

“Daremo voce agli italiani contro  politica del governo Conte”, ha ripetuto nei giorni scorsi la leader di Fratelli d’Italia che per prima a promosso la mobilitazione. Alla quale hanno poi aderito la Lega e il partito di Silvio Berlusconi. Una riunione qualche giorno fa a tre ha battezzato l’adesione comune. E ha messo a punto i dettagli. Ancora incerta la presenza del Cavaliere , che però ha inviato il suo vice Tajani agli incontri preparatori. “Ho sentito Berlusconi, Meloni, ho sentito tutti – ha detto Salvini a  Canale 5 – è il momento dell’unità come italiani. E dell’unità senza bandiere di partito, come forze politiche che vogliono collaborare per ricostruire il paese”.  E la stessa conferma arriva da Meloni: “Sarà un’iniziativa comune”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino 29 maggio 2020

    Bruttissima l’assenza di berlusconi dal momento che degli altri due partiti sono presenti i vertici.
    La presenza di un portaborse ancorché di lusso indica che berlusconi vuole sminuire il massimo livello di Salvini e Meloni mandandogli un emissario, come se lui appartenesse ad un livello superiore. figuriamoci se berlusca è all’altezza della On. Meloni o di Salvini. Al contempo il messaggio mandato all’esterno della compagine di destra sta a dire che lui continua ad essere un battitore libero disponibile ” alla qualunque” con il mondo.
    Il solito gioco delle tre carte. Che squallore

  • fazio 28 maggio 2020

    mi dispiace per voi il 4 luglio la manifestazione non si farà perchè il prefetto non darà l’autorizzazione per il troppo assembramento non siete mica la festa dell’unità o quella del 25 aprile.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica