Jo Squillo: «Non si può solo comunicare paura e vietare. Le regole devono essere intelligenti»

mercoledì 27 maggio 8:11 - di Paolo Sturaro
Jo Squillo

«A chi dice che la vida vale più della movida, rispondo che non c’è vida senza movida». Jo Squillo ha assunto il ruolo di regina della scena dance “a distanza” durante le settimane del lockdown. Hanno fatto il giro del web i suoi seguitissimi dj set su Instagram in diretta da casa sua. Ora, in un’intervista all’Adnkronos, si schiera in difesa della ripartenza della vita mondana, degli aperitivi, delle iniziative culturali e della musica all’aperto. La questione è solo una: tutto si può, i’importante è che ci siano «regole intelligenti».

Jo Squillo: la movida è cultura

«La movida è cultura. Dopo due mesi e mezzo passati davanti alla tv e ai device – dice – i ragazzi ma anche gli adulti sono scesi in strada a riprendersi la vita. Certo, bisogna trovare i modi e i luoghi per gestire questo in sicurezza. Ma non sono i divieti la risposta», assicura.

L’intenzione di andare nelle periferie

«Non bisogna vietare ma creare risposte alternative», incalza Jo Squillo. «Questa concentrazione di gente nei centri della città è causata dal fatto che queste città sono state pensate male. Vanno riprogettate. Ci devono essere attività culturali in tutti i quartieri, anche quelli lontani dal centro. Per questo voglio portare il Movimento di Liberazione nato sul mio balcone nelle periferie».

Spazi all’aperto per ballare

«Dopo “Jo in the House” ci sarà “Jo in Suburbia”. Ci saranno i miei dj set nelle periferie. In attesa che aprano le discoteche, chiederemo che ci concedano degli spazi all’aperto per la musica dance. Non si può comunicare solo paura, dobbiamo comunicare energia positiva. Per ripartire», conclude Jo Squillo.

Il salotto di Jo Squillo trasformato in discoteca

Per adesso è diventata un fenomeno web. Ha trasformato il salotto in una pista da ballo,  si veste a festa per dare vita a un’era social in cui la condivisione sia tramite per tutto, ivi compresa la festa. «Niente tristezza, solo good vibes», ha preso a urlare l’artista, agitando per aria il proprio pugno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica