Di Maio ha scoperto l’America (Carmine): due stipendi d’oro al compagno di scuola

mercoledì 20 maggio 14:34 - di Penelope Corrado
Carmine America

Carmine America, ex compagno di scuola di Luigi Di Maio, entra oggi ufficialmente nel cda di Leonardo, il colosso aerospaziale, controllato dal Tesoro. Gigino aveva già premiato il suo amico di Pomigliano d’Arco con una consulenza al ministero dello Sviluppo economico. Successivamente, dal settembre scorso, lo ha piazzato al ministero degli Esteri in qualità di «Esperto di questioni internazionali, sicurezza e difesa».

Da Pomigliano d’Arco agli incarichi d’oro

Oggi è arrivata la nuova poltrona. Per il dottor America l’esperienza alla Farnesina finisce qui? Neanche per sogno. L’incarico di America alla Farnesina scade – si legge nel documento del ministero – con il «termine del mandato governativo».  Come riporta Il Giornale, “finché il ministro degli Esteri sarà Di Maio, anche l’ex compagno di liceo resterà lì. E per suggerire al ministro fondamentali strategie internazionali, Carmine America prende dallo Stato 80mila euro lordi all’anno. Che quindi vanno sommati al compenso che riceverà da Leonardo, arrivando quindi a 160mila euro (minimo, senza i gettoni di presenza, con quelli siamo a 180mila euro). Significa che nel giro di un anno il compaesano di Gigino ha raddoppiato lo stipendio”.

Duecentocinquantamila euro l’anno, circa ventimila euro al mese, che andrebbero ricordati agli elettori M5s. Rammentate quando Beppe Grillo parlava di stipendi dei manager che non possono superare una certa soglia? E la battaglia di Di Maio contro le cifre indecenti dei dirigenti pubblici? E la guerra ai doppi incarichi? Tutto dimenticato.

Non solo Carmine America: chi sono gli altri amici di Di Maio

Il cerchio magico di Pomigliano d’Arco non finisce mica ad America. Di Maio in pochi mesi ha piazzato un esercito di 70 compaesani e amici dentro ministeri, banche, società partecipate ed enti pubblici. Obiettivo: rafforzare la sua rete di potere. E riconquistare il M5S. Una rete di clientele degne della peggiore Dc di Cirino PomicinoDe Mita, con tutto il rispetto per i due democristiani. Due ciclopi confrontati con l’ex venditore di bibite.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Francesco Ciccarelli 20 maggio 2020

    Mi piacerebbe rivolgere questa domanda al Ministro: che esperienze hanno questi stipendiati?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica