Azzolina fa una nuova giravolta: insufficienze da segnalare e bocciature «in casi specifici»

sabato 16 maggio 13:44 - di Mariano Folgori

Ma, insomma, tutti promossi o no? Non si sa. il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina continua a mandare in confusione studenti, insegnanti e famiglie. L’annuncio, nell’aprile scorso, che tutti gli studenti   sarebbero stati promossi aveva destato non poche perplessità nel mondo della scuola. Buon senso avrebbe consigliato evitare un simile annuncio. Sia per il suo carattere diseducativo. Sia per l’allentamento dei freni nella didattica a distanza che avrebbe. Ora invece rispuntano le bocciature, ma solo in «casi specifici». Che vuol dire? Tutti i casi di bocciatura sono “specifici”.E poi immaginiamo i ricorsi che arriveranno dopo ogni “specifica” bocciatura. Non era meglio, per limitare i danni, dire per tempo «scusate,  ci siamo sbagliati»?

Che significa la formula  «insufficienze nei documenti»?

La Azzolina ha fatto questo geniale annuncio durante una conferenza stampa. Altra oscura novità è quella delle insufficienze che «risulteranno dai documenti». Anche qui la formula è misteriosa. Di quali documenti si parla? Della pagella? E allora perché non dirlo? Misteri azzoliniani.

Esami di maturità il 17 giugno

Quanto agli esami di maturità, la Azzolina annuncia che si svolgeranno in presenza degli studenti. «Ci tengo a rassicurare che seguiremo sempre lo stesso principio, quello di garantire la sicurezza delle persone: l’esame sarà in presenza compatibilmente con l’andamento epidemiologico nelle diverse aree del paese». La maturità inizierà il 17 giugno, non ci saranno prove scritte ma un colloquio orale di un’ora massimo. «Ci sarà la discussione di un elaborato sulle discipline di indirizzo che i nostri studenti concorderanno con i docenti, secondo la discussione di un testo di italiano studiato in classe. E poi ci saranno materiali preparati dalla commissione assegnati agli studenti». Infine, un autoincensamento. «Tenere le scuole chiuse ci ha permesso di salvare vite umane, ha evitato il dilagare del contagio». Già, ha evitato la diffusione del coronavirus. Ma non ha evitato il caos.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Stefano 16 maggio 2020

    per favore non pubblicate più articoli su questo ministro o ministra boh, perchè il mio bulldog dice che quando la vede perde l’ appetito

  • Stefano 16 maggio 2020

    Il mio labrador sostiene che a questo punto può candidarsi per vincere un premio nobel per la cultura

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica